Banda di usurai a Palermo, tra le vittime anche il conduttore radiofonico Marco Baldini

Banda di usurai a Palermo, tra le vittime anche il conduttore radiofonico Marco Baldini
Giornale di Sicilia INTERNO

Tra le vittime imprenditori, professionisti, antiquari e nomi eccellenti dello spettacolo, come il conduttore Marco Baldini, lo speaker radiofonico che negli anni scorsi ha condotto anche trasmissioni di successo, prima su Radio Deejay e poi su RadioDue in coppia con Fiorello.

La banda operava tra Palermo e Roma.

Era lui a gestire la banda di usurai che per anni ha prestato denaro a tassi che arrivavano al 140% a decine di persone a Palermo. (Giornale di Sicilia)

Ne parlano anche altri media

Nella rete degli strozzini anche il conduttore radiofonico Marco Baldini. I guai di Baldini con gli usurai. Marco Baldini ha avuto in passato gravissimi problemi economici, causati anche dai prestiti chiesti peoprio a usurai, problemi di cui lo stesso conduttore ha parlato più volte pubblicamente. (LaPresse)

"Venerdì vengo a Roma e ci resto fino a venerdì", le minacce di Cillari quando il debito continuava a non essere saldato Prestavano denaro con tassi fino al 140% a decine di vittime: imprenditori, professionisti, antiquari. (L'Unione Sarda.it)

Era Salvatore Cillari, fratello di un boss ergastolano, il capo di una banda di usurai che prestava soldi a tassi fino al 140%. La banda operava tra Palermo e Roma. (ilmessaggero.it)

Prestiti con tassi fino al 140%: usurai arrestati. Tra le vittime anche Marco Baldini

Il tira e molla indispettiva Cillari: “… sempre mi lasci in asso… dici che dovevi prendere i soldi, sono passati sette mesi, non prendi nulla. – Tra le vittime di Salvatore Cillari, fratello di un boss ergastolano e arrestato nella notte per usura, c’è anche il conduttore radiofonico Marco Baldini (Live Sicilia)

E' quanto emerge dall'operazione Tonsor che ha portato all'esecuzione di cinque misure cautelari personali e al sequestro di beni per 500 mila euro. Si tratta del conduttore radiofonico Marco Baldini. (PalermoToday)

"Vengo a Roma e ci resto fino a venerdì", aggiungeva Cillari con tono minaccioso Palermo - Il capo era Salvatore Cillari, fratello di un boss ergastolano. (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr