Covid, in Toscana 968 nuovi casi. Tasso dei positivi sale al 4,92%

Covid, in Toscana 968 nuovi casi. Tasso dei positivi sale al 4,92%
Siena News INTERNO

Lo annuncia in un post il presidente della Regione Eugenio Giani.

Non accenna a scendere la curva epidemiologica in Toscana, nel bollettino di oggi, domenica 21 febbraio, salgono contagi e rapporto di tamponi positivi.I nuovi casi registrati in Toscana sono 968 su 19.677 test di cui 14.363 tamponi molecolari e 5.314 test rapidi.

“Un risultato atteso ma anche incoraggiante – scrive-.Secondi gli studi dell’ASL Toscana Centro, i vaccini Pfzier hanno dimostrato di essere efficaci già dopo la prima dose e stiamo estendendo lo studio anche ad Astrazeneca (Siena News)

Ne parlano anche altri media

Covid 19, Giani vuole produrre i vaccini in Toscana. TOSCANA. “E’ stato elaborato uno studio di verifica su quanto sia cresciuto il livello di immunità e risulta stia diventato significativo – ha proseguito Giani - Quindi il messaggio è chiaro: i vaccini funzionano. (VTrend)

Oggi sono stati eseguiti 13.471 tamponi molecolari e 8.101 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,4% è risultato positivo. I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. (Fiorentina.it)

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 121,7 x100.000 residenti contro il 158,1 x100.000 della media italiana (12° regione) Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. (Valdelsa.net)

Covid 19, Giani: "Useremo i fondi europei per produrre vaccini in Toscana"

Il tasso dei nuovi positivi è 4,92% mentre sulle prime diagnosi si attesta al 8,6%. Qui sotto il post del presidente Eugenio Giani (Toscana Media News)

Quando i contagi sono saliti molto in Toscana arrivando per la prima volta dopo mesi a superare i 900. Se l’Rt vagliato ieri era dunque quello della prima settimana di febbraio, quello del prossimo monitoraggio sarà quello della seconda. (La Repubblica Firenze.it)

Stasera alla riunione con le Regioni sottolineerò che l’unico argine valido è quello dei vaccini e dunque lo Stato ce li deve mandare velocemente”. Quindi appena arriveranno le nuove dosi potremo portare avanti bene e con energia la campagna vaccinale” (QuiLivorno.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr