Non solo Gkn e Timken, ecco le prossime fabbriche a rischio in Italia

Non solo Gkn e Timken, ecco le prossime fabbriche a rischio in Italia
Startmag Web magazine ECONOMIA

COSA HA DETTO DE PALMA. Secondo Michele De Palma, le tre aziende che hanno annunciato i licenziamenti – GKN, Gianetti Ruote e Timken – “non sono certo imprese in crisi”.

LE FABBRICHE AUTOMOTIVE A RISCHIO. Dopo i casi di GKN Driveline a Campi Bisenzio (442 dipendenti), di Gianetti Ruote a Ceriano Laghetto (152 dipendenti) e di Timken a Brescia (106 dipendenti), i prossimi stabilimenti a rischio – secondo De Palma – sono tre: “la Bosch di Bari e la Vitesco di Pisa (Startmag Web magazine)

Su altri giornali

La multinazionale Timken di Villa Carcina a Brescia questa mattina ha comunicato la chiusura immediata dello stabilimento. I 106 lavoratori sono già in sciopero e in presidio permanente. (La Sentinella del Canavese)

Brescia, chiude la multinazionale Timken: 106 lavoratori in sciopero
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr