Perché il nonno di Eitan è indagato e perché il bimbo era con gli zii e non con lui

Perché il nonno di Eitan è indagato e perché il bimbo era con gli zii e non con lui
L'HuffPost INTERNO

A portarcelo è stato il nonno materno, Smhuel Peleg, con un volo privato partito da Lugano, in Svizzera.

La loro strategia punta quindi a riconoscere legalmente i diritti della famiglia materna: “Faremo di tutto – concludono – affinché Smhuel Peleg possa tornare ad avere fiducia nelle istituzioni italiane”

Anche perché era lui a possedere da mesi il passaporto israeliano del piccolo Eitan, che è anche cittadino italiano. (L'HuffPost)

Se ne è parlato anche su altri media

Eitan, unico sopravvissuto della terribile tragedia sulla funivia Stresa-Mottarone, è rimasto ricoverato per diversi giorni e infine dimesso una volta che le sue condizioni sono migliorate Il nonno materno di Eitan, Smhuel Peleg, è indagato dalla procura di Pavia per sequestro aggravato di persona. (MilanoToday.it)

La tragedia del Mottarone Eitan, il nonno indagato per sequestro di persona.Legale della zia: "Attiviamo convenzione dell'Aja" La famiglia paterna di Eitan fa valere il provvedimento del Tribunale di Pavia che aveva confermato la nomina di Aya Biran come tutrice legale del bambino. (Rai News)

Eitan, il nonno materno del bimbo indagato per sequestro di persona

Mi chiedo se il caso Eitan farà cambiare idea alla sinistra” Quanto all’accaduto, l’avvocato ha spiegato che Peleg “è una persona splendida, non so cosa gli sia saltato in mente. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr