Centrale nucleare, Sogin accelera: attacco al cuore di Arturo entro fine 2022

La Provincia di Cremona e Crema ECONOMIA

Restano aperte la partita del deposito nazionale - con il seminario nazionale appena concluso - e il trasferimento dei fusti in Slovacchia: anche quest’ultima operazione sarà conclusa entro pochi mesi, con l’allontanamento da Caorso di un totale di 5.800 fusti contenenti fanghi e resine radioattive.

Ha mostrato i lavori in corso (i due appalti per depositi e waste route si aggirano attorno ai 10 milioni di euro) e ha confermato il 2031 come data del cosiddetto “brown field”, ovvero fine smantellamento. (La Provincia di Cremona e Crema)

Se ne è parlato anche su altre testate

Passaggi importanti per arrivare entro il 2031 al brown field per la centrale di Caorso, ossia con la conclusione dello smantellamento degli impianti e lo stoccaggio in loco dei rifiuti Il 2022 sarà un anno importante per la centrale di Piacenza, con l’avvio dello smantellamento del reattore. (piacenzasera.it)

Esprime soddisfazione l’assessore al verde e decoro urbano Lucia Galeone che spiega: “Gli effetti positivi derivanti dalla presenza degli alberi in città sono innumerevoli. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

I due cantieri in corso alla centrale di Caorso termineranno entro fine anno. Sogin fa sapere che ad oggi sono stati trasferiti 4.706 fusti. (Libertà)

Operazioni, quelle della costruzione della Waste Route e della Stazione Trattamento Rifiuti che, come detto, saranno completate nel 2022. Complessivamente lo smantellamento della centrale di Caorso produrrà circa 322mila tonnellate di materiali (IlPiacenza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr