La campagna vaccinale arriva in cantina: il debutto a La Guardiense e Cantina di Solopaca

WineNews ECONOMIA

E cominciare dal vino, eccellenza e realtà produttiva che lega tutta Italia, dal Nord al Sud, ha anche un grande valore simbolico, come sottolinea Uecoop, l’Unione Europea delle Cooperative di cui le due realtà fanno parte.

Ora, però, il calo dei contagi fa “sperare in una rapida ripresa grazie all’avanzare della campagna vaccinale con le cooperative che - sottolinea Uecoop - hanno messo a disposizione del Governo e del Commissario Straordinario all’Emergenza Generale Francesco Paolo Figliuolo spazi al chiuso e all’aperto dove organizzare “hotspot vaccinali”. (WineNews)

Ne parlano anche altre fonti

Settore colpito dalla pandemia. Condividi. Il vaccino e un buon bicchiere di vino. A tagliare il nastro 2 aziende vitivinicole della provincia di Benevento, per iniziativa della Coldiretti in sinergia con la Regione Campania e la locale Asl. (Rai News)

Vaccini sul lavoro: Sannio primo in Italia con le cantine Al via i vaccini agli agricoltori grazie alla collaborazione tra Coldiretti, Regione e Asl. Le prime vaccinazioni sui luoghi di lavoro sono partite stamane in due aziende vitivinicole della provincia di BENEVENTO, per iniziativa della Coldiretti in sinergia con la Regione Campania e la locale Asl. (Ottopagine)

Ci auguriamo che così si possa venire in contro sia alle esigenze di salute del mondo agricolo ma anche che si possa finalmente ripartire”. Con i vaccini in cantina la provincia di Benevento guadagna un altro primato. (Ottopagine)

Caterina Labagnara, 92 anni, si è presentata nella cantina della Cooperativa La Guardiense a Guardia Sanframondi in provincia di Benevento con il nipote, socio della coop, pronta a vaccinarsi. (La Repubblica)

La procedura di prenotazionesi è basata su liste di adesione raccolte dalle cooperative vitivinicole e da Coldiretti Benevento (Corriere del Mezzogiorno)

Oltre una bottiglia di vino su due (il 58%) nel nostro Paese si produce proprio grazie alle cooperative con un fatturato di 4,9 miliardi di euro nell’anno dell’emergenza Covid È un atto di coraggio da parte della Asl aver accolto la disponibilità di Coldiretti a sostenere prenotazioni e servizio d'ordine. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr