Smog, da domani 15 settembre scattano i divieti: stop ai diesel Euro 4

Smog, da domani 15 settembre scattano i divieti: stop ai diesel Euro 4
TorinoToday INTERNO

Scattano già domani, 15 settembre a Torino e in altri 32 comuni della Città Metropolitana, le misure antismog per limitare le polveri sottili nell'aria ed evitare le sanzioni europee.

Al momento sono già in 2mila ad aver installato Move-in: l'aggeggio costa 50 euro il primo anno, 20 euro gli anni successivi.

Stop, fino al 15 aprile 2022, anche ai diesel Euro 4 (400mila in tutto il Piemonte di cui 100mila in Torino e Provincia, ndr). (TorinoToday)

Ne parlano anche altri giornali

Con la delibera vengono introdotte alcune importanti novità sulle limitazioni del traffico. Si ricorda inoltre che per tutti i mezzi a motore vige sempre il divieto di sostare con il motore acceso. (QV QuotidianoVenariese)

In alcuni casi è stata vincolata l’entrata in vigore all’effettiva installazione della cartellonistica; ad Alba e Bra, invece, il “semaforo smog” era già più strutturato. Il costo è sui 30 euro per il dispositivo e 20 all’anno per il servizio (ed è richiesto lo Spid). (LaGuida.it)

Raggiunto il tetto massimo dei chilometri assegnati, il veicolo non potrà più circolare nelle aree soggette a limitazioni fino al termine dell’anno di adesione al servizio. L’adesione al servizio può avvenire in ogni momento dell’anno. (La Stampa)

SMOG - Entrano in vigore le nuove limitazioni al traffico: stop ai diesel Euro 4. La novità Move-In

Le ordinanze e le modalità di aderire a Move-In sono pubblicate sul sito del Comune di Vercelli Rimane in vigore il divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso. (La Stampa)

Dopo il prolungamento delle sospensioni dei blocchi a causa della pandemia, il giorno tanto temuto dai possessori di veicoli diesel di classe euro 4 e più basse è finalmente arrivato. «L’Italia potrebbe pagare il massimo importo, ossia 3 miliardi di euro per gli sforamenti di ossidi di azoto prodotti dai veicoli diesel e la spesa ricadrebbe in larga parte sul bacino padano che è il più inquinato. (Cronaca Qui)

L'adesione al sistema da parte dei cittadini è volontaria, e comporta l'applicazione di una diversa articolazione delle limitazioni strutturali della circolazione per gli autoveicoli più inquinanti. Si ricorda inoltre che per tutti i mezzi a motore vige sempre il divieto di sostare con il motore acceso. (QV QuotidianoVenariese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr