Scontro Fedez-Rai sul Ddl Zan, de Pascale: "Sempre dalla parte di chi ha un diritto in meno"

Scontro Fedez-Rai sul Ddl Zan, de Pascale: Sempre dalla parte di chi ha un diritto in meno
RavennaToday INTERNO

Citando un amico, anche io starò sempre dalla parte di chi ha un diritto in meno.

Insiemeper il ddl Zan!

I dirigenti Rai hanno invitato Fedez ad adeguarsi al sistema, ma se il sistema di cui parlano è quello che non permette di parlare di diritti, allora non è un sistema degno di esistere nel nostro paese".

Anche il sindaco di Ravenna Michele de Pascale è intervenuto sull'ormai noto scontro Fedez-Rai - il rapper accusa la tv di Stato di aver provato a censurare il suo discorso sul palco del concerto del primo maggio. (RavennaToday)

La notizia riportata su altri media

È un finto rivoluzionario, innocuo come un omogeneizzato Plasmon, manda messaggi che sembrano elaborati da Cetto Laqualunque durante un comizio in un centro sociale. (Il Sussidiario.net)

«Non è editorialmente opportuno», dicono gli autori del programma nel video registrato da Fedez che aveva attivato la telefonata in vivavoce. L’artista allora ha deciso di pubblicare il video sui social: «La Rai smentisce la censura. (Il Sussidiario.net)

Con lui Pd e M5s. Salvini: "Basta dirigenti di sinistra nella tv di Stato" (TG La7)

Fedez, video telefonata di censura Rai 3/ 'Non mi adeguo al sistema! Che imbarazzo..'

News | Fedez vs Rai e Lega e la nostra canzone anti censura | VIDEO Fedez interviene al Concertone del primo maggio contro le posizioni della Lega perché contraria al ddl Zan sull’omotransfobia e accusa la Rai di “censura preventiva” sul suo testo. (LE IENE)

Nella Rai Servizio Pubblico ci si deve adeguare esclusivamente ai valori del Contratto di servizio, quindi a quelli della Costituzione». L’ex premier Giuseppe Conte, su Twitter, è telegrafico: «Io sto con Fedez, nessuna censura». (La Stampa)

Al premier ha chiesto un intervento nel settore dello spettacolo “tempestivo quanto quello sulla Superlega” e poi ha evidenziato le priorità della Lega rispetto al Ddl Zan: “Sostenevano che in pandemia c’erano altre priotà: come l’etichettatura del vino…”. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr