M5S, i malumori dopo l’endorsement di Conte. Da 20 a 30 pronti a lasciare

M5S, i malumori dopo l’endorsement di Conte. Da 20 a 30 pronti a lasciare
Più informazioni:
Corriere della Sera INTERNO

I malumori sono evidenti , specie alla Camera, dove i rumors sull’addio di 20-30 deputati prima di fine anno si fanno più insistenti.

L’ex premier ha in mente di creare una «struttura importante» e un ruolo rilevante sarà svolto proprio dai suoi vice.

Stanno sottovalutando la forza di Conte, che non va calcolata certo con le Amministrative ma con il voto delle Politiche».

E poi chiarirà al gruppo che il M5S contiano non vuole essere subalterno ai dem

L’endorsement di Giuseppe Conte a Roberto Gualtieri scatena e divide il gruppo dei Cinque Stelle. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri giornali

Fare come tutti gli altri partiti: questa è l'ipotesi più probabile tra quelle rimaste sul tavolo del Movimento 5 Stelle. Quindi il «tesoretto» può diventare utile. (ilGiornale.it)

Per la deputata catanese "ci vuole più iniziativa politica, come ha fatto Beppe Grillo ieri (proponendo i tamponi gratuiti per i lavoratori non vaccinati, ndr). I timori per la tenuta dei gruppi sono condivisi anche dal garante Beppe Grillo, che - come scrive il 'Corriere della Sera' - potrebbe presto fare capolino a Roma per serrare i ranghi (Adnkronos)

E poi chiarirà al gruppo che il M5S contiano non vuole essere subalterno ai dem", chiarisce il Corriere 14 ottobre 2021 a. a. a. L'endorsement di Giuseppe Conte a Roberto Gualtieri scatena e divide il gruppo dei Cinque Stelle. (Liberoquotidiano.it)

Gualtieri, Letta, Conte e la 'Scommessa del 19 ottobre' — L'Indro

Proprio sotto quel post sono emerse le intenzioni di diversi pentastellati: " Bisogna votare Michetti per farla pagare a quei vigliacchi "; " Quelli che hanno votato Virginia non devono assolutamente votare per Gualtieri (il Giornale)

Prima della pandemia però diversi esponenti di primo piano del M5s, tuttora iscritti al Movimento, avevano espresso posizioni dubbie sui precedenti vaccini, smentendo quindi l’affermazione del presidente Conte. (Pagella Politica)

In un tale panorama, e con una crescita esponenziale di consenso politico, esperienza ed empatia personale, la vittoria di Gualtieri sembra delinearsi. Ecco, appunto, anche questo un ben vasto ed improbo programma da attuare, se ci riescono, a partire da martedì 19 ottobre (L'Indro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr