Lamborghini stupisce tutti: in arrivo varianti ibride su tutta la gamma

Tom's Hardware Italia ECONOMIA

Mentre il SUV ad alte prestazioni sarà disponibile in diversi allestimenti e quindi forse anche puramente a benzina, le supercar saranno sviluppate esclusivamente sotto forma di ibride plug-in.

Winkelmann ha infine concluso che, nonostante l’aumento di peso legato alla batteria, le future Lamborghini beneficeranno di un eccellente rapporto peso/potenza rimanendo quindi perfettamente bilanciate

A questo proposito Lamborghini ha precisato che verrà utilizzata la fibra di carbonio per compensare l’aumento di peso. (Tom's Hardware Italia)

Ne parlano anche altri giornali

Lamborghini inizia il suo viaggio verso un futuro sostenibile ed elettrico con “Direzione Cor Tauri”, la stella più brillante della costellazione del Toro (da sempre iconico marchio della casa). (Forbes Italia)

POI L’ELETTRICA - Bisognerà invece aspettare dopo il 2025 per vedere la prima Lamborghini completamente elettrica che, secondo le prime indicazioni, dovrebbe essere una coupé con quattro posti. Può essere definito così il nuovo piano strategico denominato Direzione Cor Tauri e presentato da Stephan Winkelmann (nella foto sopra), presidente e ceo della Lamborghini. (AlVolante)

Lamborghini Estoque. Chi conosce la storia di Lamborghini e ha avuto la possibilità di visitare il museo di Sant’Agata Bolognese si ricorderà sicuramente dei prototipi Estoque e Asterion, due granturismo a quattro posti. (Tom's Hardware Italia)

La seconda fase invece vedrà il lancio, nel 2023, del primo modello di serie ibrido ed entro fine 2024 tutta la gamma sarà elettrificata Prima ancora però, entro il 2024 tutte le auto prodotte a Sant'Agata Bolognese saranno in versione ibrida. (Avvenire)

Propositi ambiziosi, che rendono merito al nome scelto per descriverli: Cor Tauri è la stella più luminosa della costellazione del Toro e “rappresenta la direzione di Lamborghini verso un futuro elettrificato, ma sempre fedele al cuore e anima del marchio” (La Stampa)

Da quest’anno inoltre, grazie alla Fondazione Audi, l’apiario Lamborghini può contare sulla presenza di un “alveare tecnologico”. Così nella Giornata mondiale delle Api, la casa automobilistica del Toro ha voluto ricordare la sua attività di biomonitoraggio ambientale avviata nel 2016 con l’installazione di un apiario nel Parco Lamborghini di Sant’Agata Bolognese. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr