Bonus prima casa under 36: come funziona, chi può richiederlo, quali agevolazioni

Blitz quotidiano ECONOMIA

Con il bonus prima casa under 36, infatti, non è dovuta l’imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali

Vantaggi e agevolazioni. Il bonus prevede diversi vantaggi, che si estendono anche all’acquisto delle pertinenze dell’abitazione principale.

Potrà essere utilizzato a sottrazione delle imposte dovute su atti, denunce e dichiarazioni dei redditi successivi alla data di acquisto. (Blitz quotidiano)

La notizia riportata su altri giornali

Via libera al bonus prima casa giovani under 36 anche per l'acquisto di pertinenze (box, posti auto e cantine), comprese quelle acquisite con atto separato, a patto però che la stipula avvenga entro il termine di validità temporale dell'agevolazione. (Italia Oggi)

Il bonus prima casa under 36 spetta per qualsiasi atto che porti il trasferimento a titolo oneroso della proprietà dell’immobile di categoria catastale non di lusso. Il bonus prima casa under 36, invece, non c’è laddove l’atto di compravendita abbia ad oggetto immobili di categoria catastale di lusso (quindi, A/1, A/8 ed A/9). (InvestireOggi.it)

Il bonus prevede diversi vantaggi, che si estendono anche all'acquisto delle pertinenze dell'abitazione principale. Arrivano le prime istruzioni per accedere al bonus "Prima casa under 36" per i giovani con meno di 36 anni con un Isee inferiore a 40mila euro che decidono di acquistare un'abitazione entro il 30 giugno 2022. (Today.it)

ono pronte le istruzioni per ottenere il bonus 'Prima casa under 36' previsto dal decreto Sostegni bis. La circolare del direttore dell’Agenzia delle Entrate tracciato il perimetro della nuova agevolazione che dovrà favorire l’acquisto della casa di abitazione da parte delle persone più giovani . (AGI - Agenzia Italia)

Uno sguardo ai requisiti soggettivi per accedere al Bonus prima casa under 36. Anzitutto diciamo che questo Bonus è destinato a chi ancora non ha compiuto i 36 anni di età alla data in cui l’atto è rogitato. (Proiezioni di Borsa)

Sì al bonus per l’acquisto di case all’asta e di case in multiproprietà, cioè di co-acquisto. Il che significa, ovviamente, un bonus «monco», poiché si esclude di beneficiare al 100% dell’esenzione da tale imposta (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr