Brescia, da giovedì richiami con Pfizer o Moderna per gli under 60 vaccinati con AstraZeneca

Corriere della Sera ECONOMIA

Intanto il Codacons ha dato il via ad un’azione collettiva in favore dei cittadini lombardi con meno di 60 anni che hanno ricevuto il siero a vettore virale

Per gli over 60 tutto rimane come da programma: per la seconda dose si utilizzerà lo stesso vaccino AstraZeneca.

Per loro la seconda dose sarà con Pfizer o Moderna.

Dopodomani si ripartirà con la seconda dose per gli under 60 già vaccinati con AstraZeneca: per loro Pfizer o Moderna. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altri giornali

Cresce l'interesse nella vaccinazione eterologa, ovvero quella con due vaccini diversi. Molte Regioni, però, non hanno visto di buon occhio queste indicazioni. (ilmattino.it)

Calano i focolai attivi, i nuovi e il numero di persone non collegate a catene di trasmissione note Alle 13.15, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l’assessore alla Sanità, Luigi Genesio Icardi, saranno presenti all’avvio delle somministrazioni presso la Farmacia San Salvario di via Madama Cristina 14, a Torino. (Prima Vercelli)

In tutto entro il 20 giugno arriveranno in Piemonte quasi 23.000 dosi aggiuntive per i richiami di AZ (18.710 di Pfizer, incluse le 8.000 arrivate oggi, e 4.100 di Moderna). Sono quasi 50.000 le seconde dosi di AstraZeneca su persone con meno di 60 anni da effettuare con un vaccino alternativo entro l’estate. (Il Mercoledi)

"Mi sfugge il motivo - dice ancora Valentina Cavalletti all'Adnkronos Salute - dell'obbligatorietà delle seconde dosi, ormai ampiamente testate con AstraZeneca. Tutto è cominciato "sabato 12 giugno - racconta - avevo appuntamento al San Camillo per la mia seconda dose. (OlbiaNotizie)

Secondo alcuni studi effettuati su soggetti che hanno ricevuto la vaccinazione eterologa, la risposta immunitaria è risultata migliore rispetto a quelli che hanno effettuato la regolare vaccinazione con lo stesso siero anti-Covid Il criterio adottato è stato quello di non penalizzare in alcun modo tutti i cittadini lombardi che si erano già prenotati per ricevere la prima dose. (Prima Lecco)

L’indicazione è di utilizzare i vaccini a mRna Pfizer o Moderna, da somministrare a distanza di 8-12 settimane dalla prima dose di Astrazeneca. E quali sono i rischi e i possibili effetti collaterali dell’uso di un differente vaccino per il richiamo? (Scienze Fanpage)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr