Davos, Franco: "non vediamo recessione ma rischi ci sono"

Finanza Repubblica ECONOMIA

Nel caso di una nuova grande recessione, le cose potrebbero essere diverse ma questo è un. piano più generale" che non riguarda l'Italia

(Teleborsa) - "Le previsioni, anche sulla base dei dati della Commissione europea, indicano che non avremo una recessione, anche se vediamo rischi legati agli sviluppi in Europa orientale e ai prezzi energetici, che se restano molto alti non aiutano".

Lo ha detto il ministro dell'Economia Daniele Franco durante un panel al Forum economico mondiale di Davos (Finanza Repubblica)

Ne parlano anche altri media

Lo ha detto lei stessa, parlando al World Economic Forum di Davos. "L'Europa al momento si trova al centro di una tempesta, provocata dai problemi delle catene di approviggionamento, dalla crisi energetica, e ovviamente dalla sua vicinanza ad alcune delle atrocità che si stanno verificando in Ucraina", ha detto la numero uno del colosso bancario Usa. (Finanzaonline.com)

Mercoledì 25 maggio 2022 - 15:22. Il ministro Franco: non prevediamo recessione ma rischi dai prezzi dell’energia. Se dovessero restare molto alti non aiuterebbe. CONDIVIDI SU:. . . . . . . . . . . Roma, 25 mag. (Agenzia askanews)

"Sappiamo tutti che i tassi saliranno, il punto è la velocità a cui salgono" e il fatto che gran parte dell'inflazione in Europa sia da offerta, legata ai prezzi energetici, "credo che anzitutto dovrebbe farci concentrare sui prezzi energetici, e poi dovrebbe essere considerato nella velocità con cui sono alzati i tassi", ha sottolineato. (La Sicilia)

"Credo che ladovrà equilibrare lasotto controllo l'inflazione con la necessità di evitare un'altra recessione in Europa, è un bilanciamento difficile", ha aggiunto il Titolare del tesoro. (Borsa Italiana)

"Sappiamo tutti che i tassi saliranno, il punto è la velocità a cui salgono" e il fatto che gran parte dell'inflazione in Europa sia da offerta, legata ai prezzi energetici, "credo che anzitutto dovrebbe farci concentrare sui prezzi energetici, e poi dovrebbe essere considerato nella velocità con cui sono alzati i tassi", ha sottolineato - DAVOS, 25 MAG - "Le previsioni, anche sulla base dei dati della Commissione europea, indicano che non avremo una recessione, anche se vediamo rischi legati agli sviluppi in Europa orientale e ai prezzi energetici, che se restano molto alti non aiutano". (La Gazzetta del Mezzogiorno)

E poi, sul debito pubblico pesa l’incognita Bce e rialzo dei tassi in vista già a fine estate leggi anche Perché l’Italia è osservata con pessimismo. La riduzione del debito pubblico è la priorità dell’Italia. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr