Napoli, la protesta "a volto coperto" dei giovani iraniani nel nome di Mahsa

Napoli, la protesta a volto coperto dei giovani iraniani nel nome di Mahsa
Approfondimenti:
La Repubblica ESTERI

Anche a Napoli, in piazza Dante, la protesta dei giovani iraniani dopo la morte di Mahsa Amini, la ventiduenne uccisa dalla polizia morale in Iran perché non indossava correttamente il velo. Quaranta i manifestanti, a volto coperto, dopo le minacce di ritorsione ricevute dal proprio governo. Non inquadrateci il viso, altrimenti non potremmo mai ritornare a casa, spiegano. Cartelli e cori per dire basta alla Repubblica Islamica che vieta da anni i più elementari diritti umani e sta compiendo una strage di innocenti. (La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Strade, università, bazar di stazioni della metropolitana sono diventati i nuovi luoghi simbolo delle manifestazioni che secondo l'associazione per i diritti umani Hengaw Organization for Human Rights hanno portato all'arresto di oltre 500 persone. (Sky Tg24 )

Ad Amol agenti messi in fuga: i video su Twitter. (LaPresse) Sono 9 i morti in Iran nelle proteste scoppiate a seguito della morte a Teheran della 22enne Mahsa Amini, deceduta dopo essere stata arrestata dalla polizia morale perché non indossava il velo in modo corretto. (LaPresse)

Quarto giorno di proteste dopo la morte di Mahsa, le donne si tagliano i capelli

Reuters Quarto giorno di proteste in Iran per la morte della giovane Mahsa Amini, deceduta in ospedale dopo essere stata trattenuta dalla polizia morale perché indossava male il velo. Rabbia nelle strade e sui social: le donne iraniane si sono filmate mentre si tagliavano i capelli e bruciavano gli hijab. (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr