Un boa constrictor trovato da uno spazzino a Palermo

Un boa constrictor trovato da uno spazzino a Palermo
Giornale di Sicilia INTERNO

Un operatore ecologico della Rap, l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti a Palermo, questa mattina ha trovato un boa constrictor nella zona industriale di Palermo in via Pecoraino, nel quartiere Brancaccio.

Tutti i boa constrictor rientrano nella Cites, la Convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora, nota anche come Convenzione di Washington

Sono stati avvisati i carabinieri forestali che sono riusciti a catturare il serpente e portarlo in caserma, in attesa di affidarlo ad un centro specializzato. (Giornale di Sicilia)

La notizia riportata su altre testate

Un operatore ecologico della Rap, l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti a Palermo, questa mattina ha trovato un boa constrictor nella zona industriale di Palermo in via Pecoraino, nel quartiere Brancaccio. (Gazzetta del Sud - Edizione Sicilia)

Un operaio della Rap, l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti a Palermo, ha trovato un grande serpente lungo oltre tre metri fra i rifiuti. Secondo i carabinieri il serpente sarebbe uscito da qualche abitazione nelle vicinanza di via Pecoraino, anche se non si esclude che qualcuno abbia voluto liberarsi del boa abbandonandolo in mezzo ai rifiuti. (Cefalunews.net)

Tutti i boa constrictor rientrano nella Cites (la Convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora, nota anche come Convenzione di Washington Intervento dei carabinieri forestali. (BlogSicilia.it)

Boa di oltre tre metri trovato in un cumulo di rifiuti a Palermo

Un operatore ecologico della Rap, l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti a Palermo, ieri ha trovato un boa constrictor nella zona industriale. A effettuare la scoperta è stato Mario Miranda, capo area Palermo Sud. (PalermoToday)

Sono stati avvisati i carabinieri forestali che sono riusciti a catturare il serpente e portarlo in caserma, in attesa di affidarlo ad un centro specializzato. Tutti i boa constrictor rientrano nella Cites, la Convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora, nota anche come Convenzione di Washington (Live Sicilia)

Messa in sicurezza la zona, sono scattate anche le indagini per capire come l’animale è finito in mezzo ai rifiuti in una strada di Brancaccio. L’operatore ecologico ha immediatamente dato l’allarme e sul posto sono intervenuto i carabinieri forestali che sono riusciti a catturare il serpente e portarlo in caserma in attesa di affidarlo ad un centro specializzato. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr