Bper-Carige, il matrimonio che fa rinascere la "banca di territorio"

Bper-Carige, il matrimonio che fa rinascere la banca di territorio
Più informazioni:
Economy Magazine ECONOMIA

E non a caso, soprattutto in America, il profumo di rialzo dei tassi che la Federal Reserveha fatto sentire al mercato sta facendo rinascere le quotazioni bancarie.

Perché molti analisti prevedono che gli istituti di credito, alleggeriti dalle pulizie di bilancio imposte dalle crisi superate dal 2007 ad oggi, possano nel giro dei prossimi due anni riprendere il volo ad alta quota sulle ali della crescita

Non a caso, negli Stati Uniti – un mercato che è avanti di cinque anni rispetto a quello europeo – le banche di territorio stanno vivendo una nuova stagione di crescita. (Economy Magazine)

Ne parlano anche altri media

"Nelle prossime settimane, come dicevo, siamo chiamati - dice ancora Montani - a un lavoro impegnativo, finalizzato alla definizione delle intese vincolanti, funzionali alla piena integrazione delle due banche e alla definitiva risoluzione delle problematiche di Carige. (Telenord.it)

È quanto appreso dall’Ansa in ambienti finanziari nel giorno in cui il Fitd ha riunito il comitato di gestione per esaminare le proposte arrivate per la cassa ligure da Crédit Agricole, Cerberus e, appunto, Bper. (Il Sole 24 ORE)

Banca S.p.A. (“Banca”) prende atto dell’esito dell’odierna riunione del Comitato di Gestione del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (“FITD”), che ha disposto la concessione alla stessa di un periodo di esclusiva sino al 15 febbraio 2022 per la potenziale acquisizione della partecipazione di controllo di CARIGE S.p. (Il Giornale d'Italia)

Bper ha rilanciato e adesso per Carige è l'unica in corsa

Non solo Carige: le parole dell’AD di Bper su Pop Sondrio. Al Messaggero Montani aveva già illustrato i prossimi passi di Bper, parlando chiaramente di possibili mire su Popolare di Sondrio. Il titolo Pop Sondrio mette a segno a Piazza Affari un balzo superiore al 3%, dopo la buona performance riportata anche nella sessione di ieri. (Finanzaonline.com)

La decisione, si legge nella nota del Fondo interbancario di tutela dei depositi, «si inquadra nell’ambito del processo di cessione della partecipazione avviato il 2 aprile 2021» e «nel rispetto delle previsioni statutarie e di legge riguardanti gli interventi preventivi del Fondo che prevedono tra gli altri specifici limitativi qualitatativi (procedure competitive e trasparenti, economicità e partecipazione di un soggetto terzo) e quantitativi (principio del minor onere, limiti alla possibilità di intervento)» Il Fondo interbancario lo comunica in una nota in cui spiega che l’offerta di Bper ha «natura non vincolante» e, in caso di perfezionamento dell’operazione, prevede il lancio da parte di Bper Banca di un’Opa sulle restanti azioni di Banca Carige «non detenute dal Ftdi e dallo Svi, per un corrispettivo di 0,80 euro ad azione». (La Stampa)

Adesso c’è l’esclusiva e si tratta sul serio per chiudere nel giro di pochi mesi. L’offerta di Bper arrivata sul tavolo del Fitd, il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, ha avuto ieri sera il via libera da chi di Carige detiene l’80%, e quindi comanda i giochi. (Gazzetta di Modena)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr