Uk, finto party con balli e maschere di Boris Johnson davanti alla residenza del primo ministro a Downing…

Uk, finto party con balli e maschere di Boris Johnson davanti alla residenza del primo ministro a Downing…
Più informazioni:
Il Fatto Quotidiano ESTERI

Intanto un gruppo di persone ha organizzato una protesta ironica con tanto di maschere e parrucche davanti alla residenza del primo ministro, a Downing Street.

Le sue parole giungono mentre emergono nuovi dettagli sulle feste proibite a base di alcol nel giardino di Downing Street, mentre al resto del Paese era imposto un rigido lockdown a causa della pandemia.

Il Mirror ha rivelato che le “bevute del venerdì” riservate allo staff sono una tradizione di Downing Street, seguita anche da precedenti governi, ma che durante la premiership di Johnson è proseguita, nonostante le restrizioni imposte al Paese. (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altre testate

Martedì scorso aveva chiesto venia davanti al parlamento per la festa con oltre cento invitati organizzata nel giardino di Downing Street, il 22 maggio 2021, in pieno lockdown. Causa «partygate» il premier britannico Boris Johnson da giorni non fa che chiedere scusa. (Vanity Fair Italia)

Per avere contenuti personalizzati, dai il tuo ok alla lettura dei dati di navigazione. Autorizzaci a leggere i tuoi dati di navigazione per attività di analisi e profilazione. (Corriere TV)

Sempre ieri infatti anche Kate Josephs, ex capo dell'unità operativa sul Covid, si è autodenunciata dichiarando di aver preso parte a una festa organizzata il 20 dicembre 2020 in occasione del suo commiato dall'Ufficio di Gabinetto. (ilGiornale.it)

Boris Johnson e i party, chi è Sue Gray, la funzionaria da cui dipendono le dimissioni del premier

La "vice di Dio". Adesso il profilo di Miss Gray è uscito dall'ombra e ha pure solcato il Canale della Manica, diventando – per così dire – famoso in tutto il mondo. Ma gli addetti ai lavori del Regno Unito hanno imparato a conoscerla bene. (ilGiornale.it)

Il ministero della Difesa ha rifiutato di commentare, mentre Downing Street non si è ancora espressa in merito, come spiega Sky News. A cura di Biagio Chiariello. Il "party-gate" è ormai la notizia di maggior attualità in Regno Unito. (Fanpage.it)

Figuriamoci quindi se adesso Gray si lascia intimidire dal fatto che deve investigare il primo ministro, dal quale formalmente dipende in quanto funzionaria pubblica. Ma anche un capogruppo parlamentare conservatore ha avuto la carriera stroncata da Gray dopo che aveva chiamato «plebaglia» un poliziotto. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr