"Verso lo stop il negoziato Unicredit-governo per Mps"

L'HuffPost ECONOMIA

Il negoziato “potrebbe anche saltare”, viene ribadito in queste ore da alcune fonti mentre altre rilevano che “alla fine si farà” e che ”è normale” che nel momento cruciale “salga la tensione”

Merito anche della Lega che ha denunciato l’irrazionalità economica e sociale dell’operazione”.

Il governo italiano e UniCredit si stanno preparando ad annullare i negoziati su Mps dopo che gli sforzi per raggiungere un accordo sul piano di ricapitalizzazione sono falliti. (L'HuffPost)

Ne parlano anche altre testate

UniCredit chiede un pacchetto di ricapitalizzazione del valore di oltre 7 miliardi di euro e per il Tesoro tale richiesta renderebbe un'operazione "troppo punitiva" per il contribuente italiano. Stando a quanto riportato oggi dall'agenzia Reuters si sta quindi andando verso la sospensione dei negoziati per raggiungere un accordo su un costoso piano di ricapitalizzazione della banca senese. (Finanzaonline.com)

Ad incidere, inoltre, l'impossibilità di raggiungere un accordo basato sulle condizioni fissate a luglio. Siena, 23 ottobre 2021 - Il governo italiano e UniCredit si stanno preparando ad annullare i negoziati su Mps dopo che gli sforzi per raggiungere un accordo sul piano di ricapitalizzazione sono falliti. (La Nazione)

Ad incidere, inoltre, l'impossibilità di raggiungere un accordo basato sulle condizioni fissate a luglio. Impossibile raggiungere le condizioni fissate a luglio. Il Governo e UniCredit si stanno preparando ad annullare i negoziati su Mps dopo che gli sforzi per raggiungere un accordo sul piano di ricapitalizzazione sono falliti. (SienaFree.it)

Il governo italiano e Unicredit si stanno preparando ad annullare i negoziati sulla cessione del Monte dei Paschi di Siena dopo che gli sforzi per raggiungere un accordo sul piano di ricapitalizzazione sono falliti. (Il Fatto Quotidiano)

In particolare sull'aumento di capitale da 7 miliardi per Mps (la richiesta iniziale di Unicredi era di 9 miliardi) per garantire la neutralità dell'impatto dell'acquisizione sul capitale del gruppo milanese. (ilmessaggero.it)

Ed è molto probabile che già oggi venga ufficializzata la fine del negoziato. Durante la trattativa ci sarebbe stato uno scambio di almeno quattro lettere fra Roma e Milano in cui ciascuno ribadiva le proprie posizioni. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr