Contributo a fondo perduto Decreto ristori: calcolo semplificato in caso di territorio colpito da evento calamitoso

Ipsoa ECONOMIA

L’Amministrazione finanziaria ha evidenziato che già con la circolare n.

Con la risposta a interpello n. 405 del 15 giugno 2021 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in tema di contributo a fondo perduto ex articolo 1 decreto Ristori per soggetto con domicilio fiscale o sede operativa in un territorio colpito da un evento calamitoso.

A cura della Redazione

5/E del 18 maggio 2021, è stato sottolineato che, ai fini dell'erogazione del contributo di cui all'articolo 1 del decreto Ristori, destinato ai soggetti che, alla data del 25 ottobre 2020, avevano la partita IVA attiva e che dichiarano di svolgere come attività prevalente una di quelle riferite ai codici ATECO riportati nell'Allegato 1 al medesimo decreto, sia per i soggetti che hanno già beneficiato del contributo a fondo perduto di cui all'articolo 25 del decreto Rilancio, sia per quelli che invece non ne hanno goduto, il contributo di cui si tratta è determinato come quota del valore calcolato sulla base dei dati presenti nell'istanza trasmessa e dei criteri stabiliti dai commi 4, 5 e 6 dell'articolo 25 del DL n. (Ipsoa)

Su altre fonti

La lettera è stata inviata al Ministro dell’Economia e delle finanze Daniele Franco, dopo che la stessa richiesta era stata avanzata lo scorso 3 giugno nel corso dell’audizione sul decreto Sostegni bis presso la Commissione permanente Bilancio, Tesoro e Programmazione della Camera dei Deputati. (Ipsoa)

Detto ciò, non si apprestano a partire soltanto i pagamenti dei ristori: qualcosa sembra destinata a muoversi anche sul fronte delle Indennità Covid e del Reddito di emergenza 2 ' di lettura. Decreto Sostegni bis pagamenti: le prime erogazioni – quelle in automatico – della nuova tranche di contributi a fondo perduto sono ormai prossime alla partenza. (The Wam.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr