Crisanti dice sì al bollettino quotidiano: «Serve trasparenza». Calo dei contagi? «Grazie alle scuole chiuse,

Crisanti dice sì al bollettino quotidiano: «Serve trasparenza». Calo dei contagi? «Grazie alle scuole chiuse,
ilgazzettino.it INTERNO

IL VIROLOGO Andrea Crisanti e le previsioni Covid nel 2022: ​ «Se andiamo.

Dopo il picco, ha aggiunto, »bisognerà credo fare un ragionamento sul livello di protezione della popolazione italiana come fanno gli inglesi

APPROFONDIMENTI PADOVA Crisanti: «Vaccini, l'obbligo per gli over 50 non. VACCINO I virologi cantano "Sì sì Vax".

Quindi ha aggiunto: «Non capisco quale sia la ratio di non comunicare alla popolazione, a un certo punto, il numero di casi. (ilgazzettino.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Tre i temi affrontati dal microbiologo: la gestione dell’ospedale di Alzano Lombardo del 23 febbraio 2020 alla scoperta dei primi positivi; la mancata zona rossa in bassa Valle Seriana (comuni di Nembro e Alzano Lombardo) e l’applicazione del piano pandemico nazionale. (Valseriana News)

Lo ha spiegato a LaPresse il professor Andrea Crisanti che oggi ha depositato la sua consulenza ai pm di Bergamo (LaPresse)

Lo ha detto il professor Andrea Crisanti che oggi ha depositato la sua consulenza per i pm di Bergamo. Alla domanda se la pandemia potesse essere retrodatata rispetto al 21 febbraio del 2020, Crisanti ha spiegato che "questo lo posso dire perché è già stato detto dalla Procura: quando si verificò il primo caso all'ospedale di Alzano c'arano già circa cento contagiati". (Sky Tg24 )

Curva dei contagi in flessione? Crisanti dice no: «Calo per le scuole chiuse. Ora risaliranno»

Lo ha svelato il microbiologo Andrea Crisanti, che venerdì mattina ha consegnato la sua perizia per l’inchiesta Covid della procura di Bergamo. “Quando fu scoperto il primo contagiato, domenica 23 febbraio, all’ospedale di Alzano c’erano già 100 persone positive”. (BergamoNews.it)

Il picco di decessi però lo vedremo a distanza di almeno 14 giorni, perché «sono sfasati di circa 2 settimane rispetto al picco di contagi». Dopo il picco, ha aggiunto, «bisognerà credo fare un ragionamento sul livello di protezione della popolazione italiana come fanno gli inglesi (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr