Banksy, la sua tela sminuzzata ‘Love is in the bin” venduta al prezzo record di 22 milioni di euro

Il Fatto Quotidiano CULTURA E SPETTACOLO

Infine ecco la triturazione in diretta mondiale e il nuovo valore lievitato addirittura a 22 milioni di euro

La tela sminuzzata di Bansky batte ogni record.

Nelle scorse ore “Love is in the bin” è stata venduta in un’asta Sotheby’s per 18,6 milioni di sterline – circa 22 milioni di euro.

Il disegno della tela raffigura una bambina che allunga la manina verso un palloncino a forma di cuore che se ne sta volando via sospinto dal vento. (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altri media

L’autodistruzione. Girl with Balloon, che nella stessa sala della casa d’aste si “autodistrusse” durante una vendita nel 2018, è stata comunque ritirata dal collezionista che l’ha poi rivenduta con una stima che variava dai 4 ai 6 milioni Cosa sta succedendo. (TIMgate)

pic.twitter.com/CCVi3qWlTf — Sotheby's (@Sothebys) October 14, 2021 L'opera è stata al centro di un'accesa gara al rialzo tra 9 offerenti: i collezionisti presenti nella sede londinese della casa d'aste, collegati online e per telefono hanno battagliato per 10 minuti, triplicando la sua stima massima di 6 milioni di sterline. (RSI.ch Informazione)

Nuovo record mondiale per lo street artist Banksy: il quadro che si autodistrugge "Love is in the Bin" è stata battuto questa sera all'asta da Sotheby's a Londra per 18.582.000 sterline, pari a 25.383.941 dollari. (Adnkronos)

Stando a quanto comunicato da Sotheby’s il plus dell’opera è stata proprio la distruzione parziale, fosse stata interamente scomposta, a loro parere, non avrebbe avuto lo stesso successo. Pochi istanti dopo essere stata venduta, Love is in the Bin è stata disallestita e portata via in fretta e furia, letteralmente “sotto scorta” (Artribune)

L'opera, chiamata in origine 'Girl with Balloon', nel 2018 era stata semidistrutta clamorosamente tramite un meccanismo nascosto nella cornice, subito dopo esser stata venduta per quasi 1,1 milioni di sterline (1,3 milioni di euro) nella sede britannica della casa d'aste a Bond Street. (ilmattino.it)

Il pubblico era rimasto molto sorpreso da quello spettacolo più che inatteso, quando una sorta di tritacarte aveva tagliuzzato la costosa opera chiamata, allora, «Girl with Balloon» (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr