Draghi: basta vaccinare under 60, con che coscienza un giovane salta la lista? SPECIALE TGLA7

Draghi: basta vaccinare under 60, con che coscienza un giovane salta la lista? SPECIALE TGLA7
TG La7 INTERNO

Ma la riapertura si potrà avere solo in sicurezza, a cominciare dalle scuole: ridare ai ragazzi almeno un mese pieno in presenza.

Tra gli altri temi la digitalizzazione, il Recovery plan sul quale ha incontrato le regioni prima della conferenza.

Sì a ripaerture, ma ancora non ho una data"

politica. Il premier in conferenza stampa ammette la necessità di riaperture, ma in sicurezza.

Sulle manifestazioni di questi giorni, le violenze vanno condannate ma capisco pienamente lo stato d'animo. (TG La7)

La notizia riportata su altri giornali

Vaccinare nelle classi più esposte al rischio è interesse delle regioni per aprire la loro economia in sicurezza» «Le riaperture dovranno esserci, non ho una data, ci stiamo pensando in questi giorni, dipende dall’andamento dei contagi e dei vaccini». (Il Giornale di Vicenza)

«Smettete di vaccinare chi ha meno di 60 anni», dice rivolgendosi alle Regioni. «Uno può banalizzare e dire: smettetela di vaccinare chi ha meno di 60 anni, i giovani o ragazzi, psicologi di 35 anni (leggo.it)

"Con che coscienza la gente salta la lista sapendo che lascia esposto a rischio concreto di morte persone over 75 o persone fragili?". Sta risalendo, secondo il trend previsto dalla programmazione. (Adnkronos)

Covid, Draghi “Smettiamo di vaccinare gli under 60. Con che coscienza un giovane salta la lista?”

Il premier Mario Draghi in conferenza stampa si presta alle domande dei giornalisti sul tema del Recovery Fund e dei vaccini. Tutto dipende da questo, secondo il Premier, che esorta: “Smettetela di vaccinare chi ha meno di 60 anni, ma con che coscienza un giovane salta la lista e si fa vaccinare? (Tecnica della Scuola)

Con che coscienza un giovane salta la lista sapendo che lascia esposto a rischio di morte un anziano o una persona fragile?”, ha detto il presidente del Consiglio. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr