Cina, la Banca centrale dichiara illegali transazioni in criptovalute

Cina, la Banca centrale dichiara illegali transazioni in criptovalute
Rai News ECONOMIA

Nota ufficiale Cina, la Banca centrale dichiara illegali transazioni in criptovalute Dopo il divieto di 'mining' nel Paese, arriva la scure contro transazioni e emissione di token digitali. Condividi. La banca centrale cinese (Pboc) ha rinnovato il suo duro approccio su Bitcoin e altre criptovaute, definendoin valuta digitale, anticipando che ci sarà una ferma repressione sui mercati, recita una nota dell'istituto. (Rai News)

Se ne è parlato anche su altri media

Cina, con questa motivazione la Banca centrale ha vietato qualsiasi transazione correlata ai Bitcoin e alle criptovalute in genere, fra cui pagamenti, trading, e pubblicità, citando i rischi che tali attività comportano per la stabilità del Paese. (ilmessaggero.it)

Le NFT sono risorse digitali che fungono da documentazione sicura della proprietà e possono essere un investimento utile per i collezionisti. Come acquistare NFT. Gli NFT vengono acquistati e venduti tramite un marketplace NFT appositamente creato, un po’ come Amazon ma solo per le risorse digitali. (Dove Investire)

La Cina colpisce ancora le criptovalute. 'Sono illegali'

Cardano continua a lottare per un posto nello spazio della finanza decentralizzata. Questo spiega perché il token continua a essere coinvolto in migliaia di transazioni ogni giorno. (Dove Investire)

I regolatori cinesi vietano anche alle istituzioni finanziarie del paese di fornire servizi a società focalizzate sulle criptovalute. Le criptovalute mettono a segno una nuova giornata negativa venerdì dopo che la Cina ha continuato a reprimere il settore. (Dove Investire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr