Atalanta Juve, scontri fra tifosi sull’A1. Interviene la Polizia, gli aggiornamenti

Juventus News 24 SPORT

Atalanta Juve, scontri fra tifosi sull’A1. Interviene la Polizia, gli aggiornamenti a poche ore dalla finale di Coppa Italia Scontri sull’A1 fra i tifosi dell’Atalanta e della Juve a poche ore dal calcio d’inizio della finale di Coppa Italia. Come riferito dall’ANSA, all’altezza di San Giovanni Valdarno, in provincia di Arezzo, c’è stato un contatto tra le due tifoserie: una rissa con lancio di oggetti che ha richiesto l’intervento della polizia. (Juventus News 24)

Se ne è parlato anche su altri media

Momenti di tensione lungo il tratto toscano dell’autostrada A1 tra tifosi della Juventus e dell’Atalanta diretti a Roma per assistere alla finale di Coppa Italia. Il primo contatto è avvenuto tra supporter bergamaschi e bianconeri nell’area di servizio Arno Ovest: sono volati insulti ma poi sono ripartiti a bordo dei rispettivi pullman, anche perché le forze dell’ordine erano presenti in gran numero e stavano svolgendo un servizio di prevenzione proprio per evitare scontri nelle aree di servizio. (LAPRESSE)

Due gli incontri diventati motivo di incidenti lungo l’autostrada A1, entrambi in Toscana. Il primo è avvento nell'Autogrill Arno, in provincia di Firenze, dove i viking juventini, scortati dai reparti mobili della polizia, si sono incrociati con un gruppo di tifosi dell'Atalanta e si sono reciprocamente insultati. (la Repubblica)

Sui social il video dello scontro in autostrada tra tifosi di Juve e Atalanta (Bianconera News)

Scontri Coppa Italia ​Negli scontri sarebbero coinvolti anche ultras dell’Eintracht di Francoforte, legati ai tifosi dell’Atalanta da uno storico gemellaggio. (IlNapolista)

Atalanta-Juventus, scontri in autostrada, la ricostruzione Il primo episodio si sarebbe verificato nell'area di servizio Arno Ovest (vicino a Firenze): alcuni insulti senza ulteriore escalation tra tifosi che stavano viaggiando in bus. (ilBianconero)

Fortunatamente, la presenza massiccia delle forze dell’ordine ha impedito che la situazione degenerasse in scontri fisici. (Cronache della Campania)