L’indagine sui falsi posti di lavoro con tre arresti a Ribera e Palermo, tutti i dettagli (Video)

L’indagine sui falsi posti di lavoro con tre arresti a Ribera e Palermo, tutti i dettagli (Video)
Risoluto SALUTE

Le indagini sono state svolte dalle sezioni di polizia giudiziaria dei carabinieri, della polizia e della guardia di finanzia che operano presso la Procura di Sciacca e avrebbero evidenziato la vendita di falsi posti di lavoro alle Poste in cambio di denaro.

I tre arrestati sono due coniugi di Ribera e una donna polacca

Durante una conferenza stampa tenuta questa mattina al comando provinciale dei carabinieri di Agrigento il colonnello Roberto Vergato, comandante della compagnia dei carabinieri di Sciacca, ha spiegato i dettagli delle indagini che hanno portato ai tre arresti per associazione a delinquere finalizzata alla truffa eseguiti tra Ribera e Palermo (Risoluto)

Se ne è parlato anche su altre testate

Al momento, le difficoltà più grandi per l’avvio del Centro Covid di Ribera restano legate alla dotazione organica Il Centro Covid di Ribera ha aperto i battenti soltanto la scorsa settimana, in realtà del centro specializzato per la cura del Covid non ha ancora nulla poiché sono stati attivati soltanto i posti di degenza ordinaria e finora riesce ad accogliere soltanto i pazienti Covid stabili in quanto i reparti di terapia intensiva e di sub-intensiva ancora non sono pronti per la loro attivazione. (Risoluto)

I numeri degli attuali positivi si mantengono a Sciacca comunque sempre alti per effetto compensativo tra nuovi casi e guarigioni. Da un lato sei nuovi casi e dall’altro, otto fine isolamento. (Risoluto)

Avrebbero promesso falsi posti di lavoro in cambio di denaro, arrestati due riberesi e una polacca

Avrebbero promesso in cambio di denaro posti di lavoro finte assunzioni alle Poste a sei persone. Arrestata e posta ai domiciliari anche una polacca, Sylvia Adamczyk, di 47 anni, che risiede a Palermo (Risoluto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr