Evergrande, trovato accordo su debito. Scampato il default, borse in ripresa

Wall Street Italia ECONOMIA

Inoltre, non è stato chiarito se il gruppo Evergrande sarà in grado di rimborsare anche il debito offshore da 83,5 miliardi di dollari in scadenza lo stesso giorno – nella mattinata di mercoledì l’obbligazione veniva scambiata a 0,26 dollari.

Non sono state fornite indicazioni precise, però, su quando e come gli importi concordati saranno effettivamente pagati.

Il ramo principale del colosso immobiliare cinese Evergrande, Hengda, ha comunicato alla Borsa si Shenzhen che riuscirà ad onorare il pagamento di 232 milioni di yuan (35,9 milioni di dollari) di debito onshore in scadenza domani, 23 settembre. (Wall Street Italia)

Ne parlano anche altri media

Un portavoce della società non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento in merito al pagamento dell'obbligazione in scadenza oggi. (Investing.com)

2' di lettura. È allerta anche sui bond degli enti locali in Cina, dove Evergrande vanta una presenza ramificata sul territorio con 1.300 progetti immobiliari e 2.800 progetti di urbanizzazione in oltre trecento municipalità. (Il Sole 24 ORE)

«Evergrande non è un campanello di allarme per gli Stati Uniti, dove i default delle aziende sul debito sono a livello molto basso» ha concluso Powell Ka Yan ha anche annunciato che la «priorità assoluta» sarà aiutare gli investitori retail a riscattare i prodotti di investimento venduti da Evergrande. (La Stampa)

Le prime 323 abitazioni targate Evergrande vengono vendute all'istante e la neonata azienda arriva costruire ben 600 mila appartamenti all'anno. Di qui la paura di un effetto domino da un potenziale collasso di Evergrande in Cina ha provocato un ampio sell-off. (AziendaBanca)

Il Ftse Mib di Piazza Affari apre con un rialzo superiore al mezzo punto percentuale. Il titolo Evergrande ha reagito con un rialzo superiore al 15% sulla Borsa di Hong Kong che, quando manca poco alla chiusura, guadagna poco meno di un punto percentuale (Yahoo Finanza)

Un'ascesa inarrestabile, insomma, che portò Evergrande a essere la seconda compagnia immobiliare in Cina per metri quadri costruiti. Cina, la crisi Evergrande fa tremare i mercati mondiali. Dettagli Pubblicato 23 Settembre 2021. (L'Altra Mantova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr