Manifattura, segnali di ripresa a maggio dopo il picco di aprile

Corriere della Sera Corriere della Sera (Economia)

L’indice Pmi manifatturiero in Francia a maggio è risalito a 40,1 punti dai 31,5 di aprile.

Primi segnali di ripresa dell’economia, dopo la tempesta coronavirus, con l’indice manifatturiero che segnala un deciso rialzo, sebbene resti ancora sotto quota 50 punti che segna la soglia tra economia in espansione e contrazione.

In controtendenza il Giappone, dove l’indice Pmi sull’attività manifatturiera registra a maggio il quarto calo mensile consecutivo, finendo ai minimi dal marzo del 2009.

A maggio l’indice Pmi manifatturiero è risalito a 45,4 punti in Italia, dal livello di 31,1 di aprile. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altre testate

Sono stati pubblicati i dati macro circa l'indice Purchasing Managers Index (Pmi manifatturiero) dell'Eurozona definitivo per il mese di maggio, che si è attestato a 39,4 punti, in aumento dai 33,4 punti del mese scorso. (Milano Finanza)

Nella Fase 2 alcune imprese sono riuscite a tornare operative, ma a una capacità che era significativamente al di sotto del potenziale. Il dato dell’indice PMI manifatturiero, pubblicato da Markit ed elaborato da Jibun Bank, indica un valore di 38,4 punti, ai minimi da marzo 2009 ed in forte calo rispetto ai 41,9 punti di aprile. (QuiFinanza)

In Italia, ad esempio, il Pmi manifatturiero risale da 31,1 a 45,4 punti, sopra le attese che - ad esempio - da Intesa Sanpaolo collocavano a 39 punti. Al'indice Dow Jones cede lo 0,46% a 25.265 punti mentre il Nasdaq è piatto a -0,03%. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr