Tesla, i Bitcoin costano caro: crollo in Borsa

Tesla, i Bitcoin costano caro: crollo in Borsa
FormulaPassion.it ECONOMIA

Intanto anche Elon Musk ha risentito in prima persona di quanto accaduto in questo lunedì nero, con i suoi 183,4 miliardi di dollari di patrimonio non è più l’uomo più ricco del mondo, scalzato dal creatore di Amazon, Jeff Bezos

La scommessa sui Bitcoin potrebbe costare caro a Tesla e ad Elon Musk.

L’eliminazione dal listino è arrivata senza spiegazioni e senza preavviso, con questa mossa che potrebbe aver indispettito non poco Wall Street. (FormulaPassion.it)

Ne parlano anche altre testate

Ricordiamo che Cybertruck sarà disponibile nelle configurazioni single-, dual-, tri-motor e in grado di offrire prestazioni inimmaginabili per un pick-up. La capacità di traino partirà da quasi 4 tonnellate sino ad arrivare a 7 tonnellate nel modello più prestazionale. (Tom's Hardware Italia)

Crolla anche Tesla, -8,5% in un giorno. Tutto, poi, si ripercuote su Tesla A cascata, poi, è stata travolta Tesla, in flessione dell’8,5% nella prima sessione di Borsa della settimana, picco negativo dal settembre 2020 (-10,3%). (Money.it)

Zipse (Bmw): “Il dominio di Tesla finirà”

Il titolo del produttore di auto elettriche è sprofondato dell'8,6%, bruciando 15,2 miliardi dollari dal patrimonio di Elon Musk, che ora ha perso il primato degli uomini più ricchi del Mondo. Volkswagen prevede di raddoppiare la quota di auto elettriche nel 2021, mentre Ford ha annunciato nei giorni scorsi che la gamma di produzione diventerà completamente elettrica entro il 2030. (Investire.biz)

Anche se può venir facile dire che il sinonimo di auto elettrica sia Tesla, il segmento dedicato alle vetture a batteria è più complesso di quanto si possa credere. In passato anche i vertici Volkswagen avevano parlato di Tesla, ma con parole più entusiastiche in particolare riguardo al vantaggio ottenuto da Musk nello sviluppo software (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr