EMS-2 di Orion lascia l'Europa: destinazione Luna

EMS-2 di Orion lascia l'Europa: destinazione Luna
Global Science SCIENZA E TECNOLOGIA

Ha preso il volo, a bordo di un Antonov russo, dall’aeroporto di Brema in Germania il secondo modulo di servizio europeo (ESM-2) destinazione il Kennedy Space Center dove sarà connesso al modulo dell’equipaggio con il quale formerà la navicella Orion per la missione Nasa Artemis II che porterà donne e uomini sulla Luna.

Il modulo di servizio garantirà propulsione, potenza e controllo termico e fornirà agli astronauti acqua e ossigeno. (Global Science)

Ne parlano anche altre testate

È espressamente vietata la ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe, senza il previo ed espresso consenso di EFE SA La navicella semi-autonoma raccoglierà campioni di suolo lunare contenenti ossidi, mentre la NASA, con un team indipendente, tenterà di estrarre ossigeno dalla superficie di questo satellite terrestre. (Lamezia in strada)

E secondo il direttore dell'Agenzia spaziale australiana, Enrico Palermo, la produzione del rover beneficierà dell'esperienza in operazioni remote del settore minerario. "L'Australia è all'avanguardia nella tecnologia robotica e in sistemi per operazioni remote, che saranno centrali nello stabilire una presenza sostenibile sulla Luna, e in futuro sostenere l'esplorazione umana di Marte", ha aggiunto (Giornale di Sicilia)

Sul fronte lunare, il progetto è più ambizioso e non ancora avviato, ma dovrebbe dare risultati significativi a medio termine. Una missione "stanziale" permetterebbe di dar vita a un'esplorazione scientifica di lungo termine, che potrebbe anche aprire le porte - ma non prima del 2030 - alla prima missione umana su Marte. (Today.it)

Colonie umane sulla Luna nel 2026, l'Australia costruirà l'astromobile per la missione Nasa

Il futuro rover sarà sviluppato da aziende e ricercatori australiani e riceverà circa 37 milioni di dollari in finanziamenti governativi. Il veicolo è parte del progetto della NASA che mira a stabilire colonie umane sulla Luna in futuro, come trampolino di lancio per le missioni su Marte. (MeteoWeb)

Colonie umane sulla Luna nel 2026, l'Australia costruirà l'astromobile per la missione Nasa. L'astromobile semi-autonoma raccoglierà campioni di suolo lunare contenenti ossidi, mentre la Nasa si occuperà, con un team separato, di estrarre ossigeno dalla superficie del satellite terrestre. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr