Il Fmi taglia le previsioni di crescita per il 2022, anche per l'Italia. Pesano inflazione e problemi alle forniture

La Repubblica ECONOMIA

Pesano inflazione e problemi alle forniture. (reuters). La variante Omicron resta una minaccia per le economie.

Il Belpaese accreditato di un +3,8% quest'anno (-0,4 punti), la stima globale limata al +4,4% per il rallentamento di Usa e Cina.

Il Fmi taglia le previsioni di crescita per il 2022, anche per l'Italia.

Turbolenza in vista per i Paesi emergenti a seguito delle strette monetarie

(La Repubblica)

Ne parlano anche altre fonti

Roma, 27 gen. (LaPresse) -” Per il 2022 stimiamo una crescita superiore al 4%”. (LaPresse)

Il taglio di mezzo punto a livello globale riposiziona le lancette del Pil a un +4,4%. In base ai calcoli di Bruxelles, l'aumento della spesa corrente nel nostro Paese è pari all'1,5% del Pil. (ilGiornale.it)

Dopo tre miglioramenti consecutivi delle stime, l’economia italiana dovrebbe decelerare rispetto alle previsioni del Fondo Monetario Internazionale Tra i maggiori rischi l'inflazione, i prezzi energetici, le politiche delle banche centrali e i debiti dei paesi emergent. (Sky Tg24 )

In uno scenario di rallentamento della crescita globale, il Fondo Monetario Internazionale taglia le stime per il Pil dell'Italia per l'anno in corso, abbassandole di 0,4 punti a +3,8%. (Yahoo Finanza)

In uno scenario di rallentamento della crescita globale, il Fondo Monetario Internazionale riduce le stime per il Pil dell'Italia per l'anno in corso, abbassandole di 0,4 punti a +3,8%. Alla base del taglio delle stime di crescita globale per il 2022 ci sono i problemi, di natura differente ma ugualmente preoccupanti, che toccano le principali due economie mondiali, Stati Uniti e Cina (Adnkronos)

Così il ministro dell’Economia Daniele Franco intervenendo a Telefisco, organizzato dal Sole24ore (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr