Alipay, l'ordine del governo cinese: "Via i prestiti dalla app"

Alipay, l'ordine del governo cinese: Via i prestiti dalla app
Forbes Italia ECONOMIA

Come sarà composta la nuova joint venture. Già il 1 settembre Reuters annunciava l’assetto della nuova joint venture

E i dati finiranno a una joint venture tra Ma e società pubbliche cinesi.

E Pechino punta ai dati di un miliardo di utenti. È l’ultimo atto della lotta tra il governo cinese e Jack Ma.

Jiebei e Huabei saranno adesso dirottati verso la nuova app.

L’ordine della Cina a Jack Ma: “Via i prestiti dalla app di Alipay”. (Forbes Italia)

Ne parlano anche altre testate

Tra i servizi più utilizzati ci sono Huabei, una credit card virtuale, e Jiebei, unità specializzata nel credito al consumo, che nel primo semestre 2020 hanno rappresentato il 39% dei ricavi di Ant Group. (Milano Finanza)

Nel corso di una conferenza stampa, le autorità cinesi comunicavano ai giganti tech che devono porre fine alla pratica di bloccare i link ai concorrenti sui rispettivi siti, pratica largamente diffusa in Cina Sullo stesso trend le altre big tech, con Tencent e NetEase che chiudevano entrambe con un calo del 2%, mentre anche Meituan perdeva il 4%. (Money.it)

Una notizia che ha avuto un contraccolpo sui titoli delle aziende tech a Hong Kong con il calo di quasi il 6% di Alibaba.L'ordine è arrivato nell'ambito di una stretta avviata dal Partito Comunista contro le aziende tech del Paese, con la quale il governo tenta di. (Rai News)

Pechino impone due App separate per i servizi bancari di Alipay

scenarieconomici.it. di Guido da Landriano. Nuovo crollo per i titoli tecnologici cinesi, ultimamente sottoposti a un’altalena piuttosto accelerata sulla base soprattutto di notizie di carattere politico. (Come Don Chisciotte)

2' di lettura. Jiabei, idem, serviva come longa manus nell’ambito di Alipay per prestare soldi, un servizio per il quale è necessaria un’autorizzazione bancaria a operare. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr