Mac mini con processore A12Z: i Primi Benchmark

Mac mini con processore A12Z: i Primi Benchmark
Melablog Melablog (Scienza e tecnologia)

Ciò lascia intendere che il chip ARM da 3GHz basato su Qualcomm SQ1 del Surface è nettamente inferiore al chip Apple.

Mac mini ARM: le prestazioni superano le aspettative. Di Giacomo Martiradonna martedì 30 giugno 2020.

Se ne è parlato anche su altri giornali

Alcuni sviluppatori stanno già iniziando a ricevere questo Mac mini ARM, che è ufficialmente noto come “Developer Transition Kit“, e sebbene sia vietato effettuare dei test benchmark, sembra comunque che i primi test siano già disponibili. (SlideToMac - Il blog italiano su Mac e OSX)

Sebbene gli sviluppatori siano vincolati da una clausola di riservatezza, i benchmark del Mac mini ARM, che implementa lo stesso SoC Bionic A12Z di iPad Pro 2020, sono stati pubblicati. Siamo ancora lontani dallo scoprire le vere prestazioni di Apple Silicon, ma potrebbe non passare molto tempo prima di avere certezze a riguardo. (Techradar)

Per quanto riguarda l’hardware, ai partecipanti viene inviato un Developer Transition Kit (DTK), che comprende un Mac Mini basato sul chip A12Z Bionic di Apple; lo stesso che equipaggia l’ultimo modello di iPad Pro. (Lega Nerd)

Apple: Mac Mini con chip A12Z, quanto è potente? Nel corso della prima giornata della WWDC 2020, Apple ha annunciato il passaggio dei Mac ai processori ARM based. (FocusTECH)

Quindi un processore del 2018 con un software di emulazione (Rosetta 2) è più potente / veloce / efficiente di un prodotto (il Surface Pro X) uscito nel 2019, che usa software nativo. Tuttalpiù se si considera che il Mac Mini ARM in questione non monta i nuovi processori ARM Apple Silicon, ma dei “vecchi” processori degli iPad. (Evosmart)

Dai vari test eseguiti possiamo vedere come il punteggio in modalità Single Core sia in media 811, mentre in modalità Multi Core raggiunge 2.781. I Mac Mini modificati con il processore A12Z – lo stesso dell’ultima versione di iPad Pro – hanno quindi iniziato a popolare le classifiche di Geekbench con risultati discutibili che però vanno contestualizzati per poter essere compresi. (SmartWorld)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr