Donnarumma agli ultrà: "Voglio restare, deciderò io". I tifosi: "Puoi essere il nostro Totti"

Donnarumma agli ultrà: Voglio restare, deciderò io. I tifosi: Puoi essere il nostro Totti
La Gazzetta dello Sport SPORT

In questo momento infatti il dialogo fra procuratore e Milan è in una evidente, lunga e poco confortante fase di stallo.

Ma d’altra parte in questa storia che vede, suo malgrado, nuovamente protagonista Donnarumma, il club bianconero è lo scomodissimo convitato di pietra.

Gli ultrà gli hanno chiesto espressamente le sue intenzioni, gli hanno rinnovato la stima professionale e avrebbero provato anche a pungolarlo nell’orgoglio, ricordandogli che potrebbe essere il “Totti di Milano”. (La Gazzetta dello Sport)

Se ne è parlato anche su altri media

Oggi ha parlato all'Ansa l'ex bandiera nonché dirigente rossonero Paolo Maldini: "Da questo momento ogni singola trattativa per i rinnovi viene congelata fino alla fine della stagione, per permettere alla squadra di concentrarsi unicamente sul campionato. (ilBianconero)

Certe scelte competono all'allenatore per quanto riguarda il campo e al Club per le questioni contrattuali", dice all'ANSA il direttore dell'area tecnica del Milan Paolo Maldini in riferimento al confronto avvenuto ieri tra Donnarumma e gli ultras della Sud a Milanello, nel quale i tifosi avrebbero detto al portiere di rinnovare, legando la sua presenza in campo con la Juve alla firma del nuovo contratto In casa Milan continua a tenere banco il futuro di Gigio Donnarumma. (Tuttosport)

Quello che è accaduto sabato mattina con Donnarumma non aiuta. (Milan News)

Maldini: “Donnarumma? Decide il Milan chi gioca e chi rinnova”

"Non ho scelto niente". Maldini: "Trattative per rinnovi congelate" (la Repubblica)

Vedi anche Milan Donnarumma agli ultras: "Voglio restare" e poi scoppia a piangere Getty Images. "I tifosi del Milan, fino ad oggi esemplari nel sostenere la squadra, devono capire che in questo momento i giocatori hanno bisogno di serenità e concentrazione per affrontare le prossime gare che saranno decisive - prosegue l'ex capitano -. (Sport Mediaset)

Certe scelte, ha sottolineato Maldini, competono all'allenatore, per quanto compete, ovviamente, il terreno da gioco ed il Milan per le questioni contrattuali. Ovvero, che "nessuno al di fuori del club di Via Aldo Rossi può decidere chi gioca e chi rinnova". (Pianeta Milan)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr