Piange o si lamenta durante il rapporto: è violenza sessuale?

Piange o si lamenta durante il rapporto: è violenza sessuale?
Per saperne di più:
La Legge per Tutti INTERNO

Attenzione però: perché se lei si pente durante il rapporto ma non lo dice, allora non si può parlare di violenza sessuale.

Se lei piange o si lamenta durante il rapporto è violenza sessuale?

Se piange o si lamenta durante il rapporto è violenza sessuale?

Il ripensamento o i sensi di colpa successivi non potrebbero mai portarla a sporgere una denuncia per violenza sessuale.

Violenza sessuale e mancanza del consenso. (La Legge per Tutti)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ora i due giocatori hanno ricevuto un avviso di conclusione delle indagini preliminari. Da una prima ricostruzione pare che i due giocatori, di età giovanissima, avrebbero attirato la giovane in casa per un serata insieme. (CheNews.it)

Morte Maria, archiviata l'indagine per omicidio e violenza sessuale La bimba di 9 anni trovata senza vita, annegata, nella piscina di resort a S. Quanto alla “presunta violenza sessuale subita dalla minore, gli accertamenti peritali hanno fatto emergere dati tutt’altro che univoci: i tecnici, infatti, hanno formulato ipotesi diametralmente opposte. (Ottopagine)

Le indagini dei carabinieri puntano anche a identificare una terza persona che sarebbe rimasta coinvolta nella vicenda. I due indagati sono i diciottenni Clemente Crisci, originario di Maddaloni (Caserta) e Carmine Cretella di Napoli, entrambi maggiorenni all'epoca dei fatti contestati. (ilmattino.it)

Violenza sessuale: indagati calciatori del Messina

Oltre al racconto della ragazza frammentato e confuso (causa condizioni di shock), sono al vaglio dei carabinieri anche le testimonianze degli amici per chiarire i contorni della vicenda e identificare il possibile aggressore (Corriere dello Sport.it)

Militari dell’Arma hanno sentito più volte la vittima e anche i suoi familiari, per ricostruire la vicenda Le indagini dei carabinieri puntano anche a identificare una terza persona che sarebbe rimasta coinvolta nella vicenda. (L'HuffPost)

Le indagini dei carabinieri puntano anche a identificare una terza persona che sarebbe rimasta coinvolta nella vicenda. Il sostituto procuratore Roberta La Speme, che ha coordinato le indagini dei carabinieri, ha emesso nei loro confronti un avviso di conclusione delle indagini preliminari con l’accusa di violenza sessuale, aggravata dalla minore età della vittima. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr