Alfredino, la tv del dolore che sconvolse gli italiani - L'Unione Sarda.it

Alfredino, la tv del dolore che sconvolse gli italiani - L'Unione Sarda.it
Approfondimenti:
L'Unione Sarda.it INTERNO

Alfredino diventa il figlio perduto di tutti gli italiani, impotenti davanti al precipitare degli eventi raccontati dell’occhio freddo e cinico delle telecamere

Sente i lamenti del bambino: Alfredino è lì dentro, 36 metri più giù, in quel budello che ha un diametro di appena ventotto centimetri.

Le telecamere della Rai non possono che restare lì a raccontare un altro pezzo di dolore in diretta.

Sono passati quarant’anni tondi, ma basta il nome – Alfredino – per far ancora accapponare la pelle. (L'Unione Sarda.it)

Ne parlano anche altri giornali

“Vermicino, Italia – La notte della tv” non racconta solo la storia di quei tre giorni, ma anche di come quella tragedia ci ha cambiati e ha cambiato il nostro rapporto con l’informazione Il 10 giugno 1981: alle porte di Roma Alfredo Rampi, un bambino di sei anni cade un pozzo artesiano. (La Stampa)

“Alfredino Rampi, Pertini intralciò salvataggio”/ Piroso: “inaugurò tv del dolore”

40 anni fa il Presidente della Repubblica Sandro Pertini si recò davanti al pozzo artesiano di Vermicino (Roma) per fare il punto sul tentativo disperato di salvare il piccolo Alfredino Rampi caduto in quel cunicolo infernale il tardo pomeriggio del 10 giugno 1981. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr