Mario Draghi: Green Pass italiano già da metà maggio

Mario Draghi: Green Pass italiano già da metà maggio
Punto Informatico INTERNO

A partire dalla seconda metà di giugno il certificato verde sarà pienamente operativo all’interno dell’Unione europea.

E questo per l’Italia è un passaggio fondamentale, nel quale il Green Pass non potrà che essere tassello centrale dell’intera strategia

Queste sono le condizioni che normalmente si richiedono nel green pass.

[…] noi dobbiamo offrire regole chiare, semplici, per garantire che i turisti possano venire da noi e viaggiare in Italia in sicurezza. (Punto Informatico)

Ne parlano anche altri giornali

Coronavirus, Draghi: ''Pronto il Green pass per i viaggi in Italia dalla seconda metà di maggio: siamo pronti a ridare il benvenuto al mondo''. Mario Draghi: "Le nostre montagne, le nostre spiagge, le nostre città stanno riaprendo e questo processo accelererà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. (il Dolomiti)

Draghi annuncia: "Dalla seconda metà di maggio sarà operativo il green pass per i viaggi in Italia". vedi letture. "A partire dalla seconda metà di giugno sarà pronto il Green pass europeo. Nell'attesa il governo italiano ha introdotto un pass verde nazionale, che entrerà in vigore a partire dalla seconda metà di maggio". (TUTTO mercato WEB)

Le parole del premier: "Da metà maggio green pass nazionale". (LaPresse) “Da metà giugno sarà pienamente operativo il green pass europeo, che permetterà ai viaggiatori di spostarsi senza quarantena. In Italia il governo ha anticipato questa possibilità per gli spostamenti nazionali con un pass che sarà in vigore da maggio”. (LaPresse)

In Italia senza quarantena da metà maggio

Pass per viaggiare in Italia: quando arriverà. Grazie al pass, i turisti stranieri potranno entrare in Italia per le vacanze senza obblighi di quarantena e ulteriori tamponi. (ViaggiNews.com)

"Veniamo all’immediato futuro: noi dobbiamo offrire regole chiare, semplici, per garantire che i turisti possano venire da noi e viaggiare in Italia in sicurezza. (Telefriuli)

Il nuovo provvedimento escluderà la quarantena per chi proviene dall’UE ma anche da Stati Uniti e Israele, dove le vaccinazioni sono molto avanti. L’apertura al turismo costringerà il governo a rivedere alcune regole attualmente in vigore. (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr