Termini Imerese, in funzione presso la Camera del Lavoro l'osservatorio dei bisogni sociali dello Spi Cgil - Esperonews: Giornale Termini Cefalù Madonie

Esperonews SALUTE

L'osservatorio, sulla base dei risultati raccolti, articolerà le sue proposte ai tavoli di contrattazione.

“La raccolta dei dati - concludono Magrì, Guarcello e Di Martino ci consentirà inoltre di essere maggiormente incisivi al tavolo di lavoro permanente, istituito con il protocollo siglato con il comune di Termini Imerese e nella stesura del piano di zona 2021”

“Le persone che rappresentiamo - aggiunge la responsabile della Camera del Lavoro Zonale di Termini Imerese, Laura Di Martino - esprimono necessità che investono oltre alla sfera lavorativa quella personale dei bisogni sociali. (Esperonews)

Se ne è parlato anche su altre testate

Oggi il lavoro è sempre più precario e si può essere poveri pur lavorando. «La ripresa economica non può avvenire a costo di sacrifici umani. (La Gazzetta di Reggio)

Licenziata perché fumava fuori dall'area riservata: il giudice la reintegra Per l'azienda si trattava di "giusta causa". Con questa sentenza - aggiunge Bottiglieri - si stabilisce, una volta di più, che fare attività sindacale, difendere i diritti e le tutele di lavoratori e lavoratrici, non può e non deve essere motivo per un licenziamento per giusta causa. (Ottopagine)

La Cgil propone per «i giovani e per chi fa lavori discontinui», una "pensione di garanzia" che valorizzi i periodi senza copertura contributiva, quelli di formazione e inoccupazione legati a politiche attive, «calcolata in maniera crescente sulla base degli anni di contribuzione e di età di accesso al pensionamento». (La Stampa)

Una intesa sancita tramite la firma di un protocollo siglato con reciproca soddisfazione tra CGIL, CISL, UIL e il vicepresidente e assessore alle attività produttive Mirco Carloni. (fanoinforma)

Dopo il reintegro di alcuni lavoratori ex Officina dello Sport alle piscine Camalich-Neri, infatti, anche altri operatori che inizialmente erano rimasti fuori da questo primo passo sono tornati sotto contratto grazie alla nuova gestione dell'impianto nei quartieri nord della città. (LivornoToday)

Per monitorare l’applicazione dell’accordo 2019 sulla reinternalizzazione delle attività e dei lavoratori è già in programma per il 19 ottobre un incontro con la direzione aziendale. Che in italiano vuol dire No a licenziamenti economici ! (La Gazzetta di Modena)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr