Borsa: l'inflazione tedesca frena ma l'Europa resta al palo, Milano chiude a +0,1%

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Borsa: l'inflazione tedesca frena ma l'Europa resta al palo, Milano chiude a +0,1% Sale il gas, rallenta il passo il valore del greggio (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 29 nov - Seduta a bocce ferme per le Borse europee, con gli indici che hanno registrato variazioni limitate. Anche da Wall Street sono arrivati pochi suggerimenti, salvo un peggioramento nell'ultima mezz'ora. Del resto gli investitori si interrogano sulle future mosse delle banche centrali e sull'andamento dell'economia mondiale. (Il Sole 24 ORE)

Ne parlano anche altre testate

Apertura di settimana decisamente negativa per le Borse europee. In particolare pesano le crescenti proteste popolari in Cina contro le restrizioni Covid. (Adnkronos)

Gli investitori continuano a valutare intanto i commenti dei banchieri centrali, per capire se effettivamente la Federal Reserve rallenterà il passo dei rialzi dei tassi o meno. Sul fronte Bce, la presidente Lagarde ha detto che l'inflazione non ha ancora raggiunto il suo picco e ha ribadito l'impegno della banca centrale per l'obiettivo di medio termine al 2%. (Il Sole 24 ORE)

Parigi cede lo 0,2%, Francoforte lo 0,3% e Milano lo 0,4% mentre Londra avanza dello 0,4%. I mercati, che incassano il buon dato sull'inflazione in Spagna, in calo a novembre, e attendono alle 14 quello tedesco, si aspettano domani una conferma dal presidente della Fed, Jerome Powell, sul possibile rallentamento della stretta monetaria. (La Sicilia)

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 29 nov - Puntano al rialzo i future sugli indici europei, insieme a quelli Usa, dopo il rally delle Borse cinesi sulle speranze di un allentamento della politica zero-Covid che ha provocato forti proteste di piazza. (Il Sole 24 ORE)

In particolare, l'ondata di disordini in Cina sta offuscando le prospettive della domanda di energia, facendo crollare il petrolio insieme a diverse altre materie prime. (ilmessaggero.it)

Tra i dati macroeconomici spicca quello sull’inflazione in Germania, che dovrebbe rallentare a novembre rispetto ad ottobre. Gli investitori sono poi spinti dai mercati positivi in Cina, vista la possibilità di un allentamento delle restrizioni Covid. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr