"Uragano in arrivo" e "inevitabile": cosa dicono i miliardari sulla prossima recessione

Forbes Italia ECONOMIA

Anche il cofondatore di Microsoft Bill Gates ha espresso un pensiero simile in un’intervista rilasciata lo scorso mese a Fareed Zakaria.

Molti miliardari prevedono un’imminente recessione dell’economia statunitense entro la fine del prossimo anno.

Un giorno prima, la banca d’affari giapponese Nomura ha avvertito che una “lieve recessione” intorno alla fine del 2022 è ora più “probabile”.

If massive inventors bloat real GDP in the second quarter, they will unwind and hurt growth for the rest of the year

Da Elon Musk a Bill Gates, le voci sulla recessione. (Forbes Italia)

La notizia riportata su altri giornali

Sta di fatto che le banche centrali si mostrano terrorizzate alla sola idea che le rispettive economie possano cadere in recessione. Il difficile cambio di rotta delle banche centrali. Accettare il rischio di una breve recessione per placare l’inflazione non sarebbe una tragedia. (InvestireOggi.it)

Solo l’anno scorso Biden aveva annunciato ai partner che «l’America è tornata». OTTIMISTI E PESSIMISTI Loading. (Il Sole 24 ORE)

Jerome Powell, ai vertici della Federal Reserve avanzato l’ipotesi del pericolo recessione negli Stati Uniti d’America. E perfino la Goldman Sachs oltre alla Federal Reserve ha raddoppiato le probabilità di recessione entro la fine del 2022 al 30% e al 48% entro il 2023. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr