Juve, arrestato capo ultrà dei Viking: accusa di tentato omicidio

​ È un abile giocatore di poker e non solo: Loris Grancini è anche il capo milanese dei Viking juventini. I carabinieri lo hanno arrestato perché deve scontare una condanna definitiva a 13 anni e undici mesi per un tentato omicidio con un'arma da fuoco il 5 ottobre 2006. Con lui, in piazza Morbegno… Fonte: 90min 90min
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....