Eitan rapito e il volo privato da Lugano: così il nonno ha portato il bimbo a Tel Aviv

Eitan rapito e il volo privato da Lugano: così il nonno ha portato il bimbo a Tel Aviv
Corriere della Sera ESTERI

Passaporto regolare Shmuel Peleg era in possesso del passaporto israeliano di Eitan che, nato in Israele, ha anche la cittadinanza italiana.

Ai suoi legali, ha detto che Eitan gli chiedeva insistentemente di tornare e quando lo avrebbe portato in Israele.

«Prendiamo i giocattoli» Dal giorno successivo alla sciagura, Shmuel Peleg, 58 anni, si è praticamente trasferito in albergo in Italia.

«O ha eluso il sistema dei controlli, oppure ha potuto contare su un qualche supporto», commenta l’avvocato Armando Simbari, che assiste la zia paterna

E allora come è stato possibile che il nonno abbia portato Eitan in Israele?

(Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri media

Per questo, ha sostenuto, la parola ‘tornare in Israele’ usata dalla famiglia Peleg «è priva di significato Alla domanda se sono andati all’ospedale Sheba per verificare la presenza di Eitan, Nirko ha risposto: «È andato mio fratello ma Eitan non c’è». (Open)

Israele: testimone processo Netanyauh muore in incidente aereo

Netanyauh è a processo con l’accusa di di aver ricevuto costosi regali da ricchi soci, accusa che l’ex premier ha sempre respinto Haim Geron, 69 anni, era uno dei 300 testimoni dell’accusa nel processo per corruzione contro l’ex primo ministro di Israele, Benjamin Netanyauh. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr