Stangata sul carburante: fino a 0,3 euro in più al litro

Alto Adige ECONOMIA

Di «preoccupazione tra i gestori» parla Claudia Masera, rappresentante di categoria per Confesercenti

A farne le spese sono gli automobilisti e le categorie economiche legate al trasporto, e a cascata i consumi.

In città il diesel supera l’euro e 60 centesimi al litro anche nei distributori più economici, il super senza piombo in rari casi scende sotto l’euro e 80.

Unito al consueto rincaro autunnale, il problema di approvvigionamento delle materie prime fa registrare anche in Alto Adige, come in tutta Europa, una stangata sui prezzi del carburante. (Alto Adige)

Se ne è parlato anche su altri media

“E’ assurdo che di fronte alla corsa dei listini alla pompa il governo sia inerte e non intervenga – afferma il presidente Carlo Rienzi – la benzina costa oggi oltre il 20% in più da inizio anno, mentre rispetto al 2020 il gasolio ha subito una impennata del +26,4%. (Tuscia Web)

A parlare è Matteo Centonze, presidente di ATSS, l’associazione ticinese stazioni di servizio. «Rispetto al 2019 la situazione riscontrata nei primi 8 mesi dell’anno si è ulteriormente aggravata. (Corriere del Ticino)

I costi d'uso delle vetture sono in pesante crescita e persino le vetture elettriche stanno risentendo degli aumenti del costo energetico. Contro il caro carburante non si può fare molto ma con un po' di attenzione, limando tutti gli sprechi si può evitare di svuotare il portafoglio (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr