Covid, Magrini (Aifa): «In estate avremo 30 milioni di dosi al mese per la vaccinazione di massa»

Covid, Magrini (Aifa): «In estate avremo 30 milioni di dosi al mese per la vaccinazione di massa»
Open ECONOMIA

«L’avidità vaccinale ha fatto venir meno la responsabilità sociale da parte di questi grandi Paesi – ha proseguito Magrini -.

«Ci sono stati Paesi più rapidi compratori, ma la torta era una, e chi è arrivato prima ed ha preso più vaccini lo ha fatto a discapito di altri».

E per colpa di Paesi senza scrupoli, in Italia la vaccinazione di massa scatterà solo in estate, quando avremo 30 milioni di dosi disponibili al mese». (Open)

La notizia riportata su altri giornali

“I contrasti che sono apparsi tra i diversi blocchi America e Gran Bretagna da una parte ed Europa dall’altra, non sono serviti. L’avidità vaccinale – come del resto è stata definita da una autorevole rivista scientifica – ha fatto venir meno la responsabilità sociale da parte di questi grandi Paesi. (Sputnik Italia)

La lotta alla pandemia Vaccini, Magrini (Aifa): "In estate avremo 30 milioni di dosi al mese" Da giugno ampliamento. L' avidità vaccinale ha penalizzato Europa. Condividi. "L'avidità vaccinale ha penalizzato l'Europa. (Rai News)

E ha continuato spiegando anche «I contrasti che sono apparsi tra i diversi blocchi America, Gran Bretagna da una parte e Europa dall'altra, non sono serviti. I vaccini che saranno effettivamente disponibili nei prossimi mesi definiranno ciò di cui abbiamo bisogno (ilmessaggero.it)

Magrini (Aifa): “Per colpa di Paesi senza scrupoli in Italia vaccinazione di massa solo in estate”

Un comportamento che, ha detto Magrini citando una rivista, si può definire “avidità vaccinale”. Si tratta, ha continuato, di una “responsabilità sociale, anche reciproca, che gli Stati hanno perduto“. (Il Fatto Quotidiano)

Il direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco: «L'avidità vaccinale ha penalizzato l’Europa, la vaccinazione di massa scatterà in estate». «L'avidità vaccinale ha penalizzato l'Europa. Leggi anche: Fine aprile da record per le vaccinazioni nel Vercellese: in un giorno 1.732 dosi Roberto Maggio Roberto Maggio. (La Stampa)

L'avidità vaccinale – come del resto è stata definita da una autorevole rivista scientifica – ha fatto venir meno la responsabilità sociale da parte di questi grandi Paesi" ha proseguito Magrini. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr