Fattura elettronica, dal primo luglio è un obbligo: chi la deve emettere e chi no. Multe fino a 2mila euro

ilmessaggero.it ECONOMIA

Poi dal gennaio 2024 toccherà anche a tutti gli altri che ricadono nella categoria delle partite Iva “micro”, che non arrivano a 25mila euro annui.

Le partite Iva che applicavano il regime ordinario devono riscontrare l’importo dei 25mila euro applicando il principio di competenza.

COME FARE LA FATTURA ELETTRONICA. L’Agenzia delle Entrate offre sul suo sito gratuitamente una serie di servizi per predisporre, trasmettere, consultare e conservare le fatture. (ilmessaggero.it)

Ne parlano anche altri giornali

Per molti professionisti è un nuovo grattacapo da risolvere. Parte oggi la fatturazione elettronica. (La Stampa)

Ad indagare a riguardo è la nuova indagine Nielsen commissionata da Aruba, il principale cloud provider italiano e leader nei servizi di data center, web hosting, e-mail, Pec e servizi certificati, tra cui la fatturazione elettronica. (La Sicilia)

La fatturazione elettronica sarà per tutti dal 1° gennaio 2024 e dovrà essere con numerazione progressiva. Dal 1° luglio scatta l’obbligo di fattura elettronica anche per le partite Iva in regime forfettario. (Investing.com Italia)

Scatta domani, 1° luglio, l’obbligo di fatturazione elettronica a nuove categorie di soggetti titolari di partita Iva finora esclusi, in linea con quanto stabilito dal Decreto Pnrr 2. Secondo lo studio, circa l’83% dei professionisti coinvolti dalla nuova normativa emette fino a 50 fatture l’anno; il 10,5% fino a 100 e solo il restante 6,5% supera le 100 (CorCom)

Fattura elettronica, per chi non scatta l’obbligo. Dal 1° luglio scatta l’obbligo di fattura elettronica per i forfettari, ma alcuni contribuenti in regime agevolato saranno esentati e quindi potranno continuare a utilizzare l’invio di fatturazione cartacea, ma non ancora per molto. (QuiFinanza)

36 , pubblicato in Gazzetta Ufficiale 100 del 30 aprile 2022, a partire da oggi 1° luglio 2022 i soggetti in regime di vantaggio di cui all'articolo 27, commi 1 e 2, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. (Fiscal Focus)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr