Scuola: caos cattedre. Cisl: Algoritmo non c’entra, c’è boom rinunce

Scuola: caos cattedre. Cisl: Algoritmo non c’entra, c’è boom rinunce
LaPresse ECONOMIA

Per la segretaria della Cisl Scuola, Maddalena Gissi, però l’algoritmo non c’entra, o meglio, c’entra solo in parte.

Il problema, spiega, è che c’è stata una mole enorme di rinunce.

Questo è il primo anno di piena applicazione dell’algoritmo introdotto dal Ministero dell’Istruzione per assegnare le nomine, ma il reclutamento stratificato per graduatorie non funziona.

Il reclutamento stratificato per graduatorie non funziona. (LaPresse)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Nei Comuni interessati, il segnale radiotelevisivo dei canali Mediaset non sarà più visibile sugli apparati televisivi meno recenti che andranno sostituiti o integrati con un decoder. Dal prossimo 20 ottobre passeranno al nuovo standard digitale anche i canali non generalisti di Rai e Mediaset. (la VOCE del TRENTINO)

A partire dal 20 ottobre 2021 parte il passaggio al nuovo Digitale Terrestre DVB-T2 in alta definizione (HD) con codifica MPEG-4 dei primi programmi televisivi, con un calendario che al momento è su base volontaria da parte degli canali TV. (PMI.it)

Ricordiamo che in Trentino, così come in tutta Italia, il nuovo standard Dvb-T2 richiede la sostituzione degli apparecchi più vecchi o l’adozione di un decoder. Il passaggio dalla precedente generazione di digitale terrestre alla nuova Tv digitale (Dvb-T2) è iniziato, infatti, in Trentino con quattro mesi di anticipo. (Trentino)

Nuovo digitale terrestre: i canali che iniziano la migrazione dal 20 ottobre

Partendo dalla prima tappa, quella dell’HD, dal 20 ottobre nove canali tematici Rai e sei di Mediaset verranno offerti solo in alta definizione. cambio digitale terrestre. È in arrivo il nuovo digitale terrestre e per diversi italiani questo potrebbe voler dire nuova televisione: cosa cambia e come capire se l’attuale TV è compatibile o meno? (Yahoo Notizie)

Come capire se la tv è compatibile con l'mpeg4. Il 20 ottobre prende il via la prima fase del passaggio al nuovo digitale terrestre, cioè il passaggio alle trasmissioni in mpeg4, un formato video che non tutti i televisori sono in grado di leggere. (BolognaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr