Parmigiano sotto embargo. E la Russia lo fabbrica da sé

Parmigiano sotto embargo. E la Russia lo fabbrica da sé
Nel 2014 il Cremlino rispondeva alle sanzioni occidentali per la crisi ucraina chiudendo le frontiere a tutta una serie di prodotti alimentari europei e americani. Oggi, a distanza di tre anni, la Russia è ancora lontana dal far fronte alla propria domanda interna. I formaggi non fanno di certo… Fonte: La Stampa La Stampa
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....