AstraZeneca, effetto Ema: in Lombardia e Piemonte rinunce intorno al 15-20%

AstraZeneca, effetto Ema: in Lombardia e Piemonte rinunce intorno al 15-20%
L'HuffPost ECONOMIA

Inoltre, ad oggi ci sono alcuni vincoli di utilizzo per Pfizer e Moderna ma a breve termineranno e subentrerà anche Johnson & Johnson.

Torna a crescere anche in Piemonte, soprattutto a Torino, la percentuale di quanti, chiamati a vaccinarsi con Astrazeneca, rinunciano a sottoporsi alla somministrazione.

Infatti ci sono state il 15-16% di mancate presenze agli appuntamenti per la somministrazione del vaccino Astrazeneca. (L'HuffPost)

Su altre fonti

L’accordo è frutto del confronto tra associazioni di categoria, sindacati, ministeri della Salute, del Lavoro dello Sviluppo economico e Inail. Il ministero della Salute ha dato il via libera alle vaccinazioni in azienda. (Libertà)

L'Ema conferma come sia più pericoloso contrarre il Covid piuttosto che riscontrare un esito fatale per gli effetti collaterali del vaccino astrazeneca. "La tecnologia del vaccino AstraZeneca prevede infatti l'utilizzo di un adenovirus da scinpanzè per trasportare la proteina Spike del SarsCov2 (Today.it)

"Gli eventi rari di trombosi cerebrale sono effetti collaterali molto rari" del vaccino di AstraZeneca. L’Autority europea tuttavia al momento non raccomanda alcuna limitazione alle inoculazioni per specifiche categorie o fasce d’età in quanto non ci sono dati ed evidenze sufficienti per farlo a livello europeo. (la Repubblica)

Le conclusioni di Ema su AstraZeneca: «Rare trombosi come possibile effetto collaterale del farmaco»

La visita in Emilia-Romagna si concluderà presso l’hub vaccinale di Fiera Ferrara. Il coordinatore del Cts Locatelli: "Maggior parte delle trombosi in donne sotto 60 anni". (LaPresse)

Non essendoci quini rischi generalizzati nella somministrazione del vaccino, l’Ema non «ha ritenuto necessario raccomandare misure specifiche per ridurre il rischio». Per l’Italia, l’Aifa potrebbe decidere, come fatto anche in Germania, di sospenderne l’uso per le persone sotto i 60/65 anni (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr