Ftse Mib arretra con timore inflazione. Azimut e Saipem affrontano livelli chiave

Borse.it ECONOMIA

Grande prova di forza per Azimut che prosegue il rimbalzo avviato a metà dicembre in area 23 euro.

In tal caso il successivo target si colloca a 2,14 euro, area di prezzo dove transita anche la trend line ribassista costruita sui massimi di febbraio e ottobre dello scorso anno

Dopo aver toccato un nuovo minimo relativo a 1,68 euro il 20 dicembre 2021, ha avviato una fase di rimbalzo che troverebbe forza con il superamento di area 2 euro. (Borse.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Al rialzo, invece, una nuova dimostrazione di forza arriverà solo con il breakout della resistenza posta a 28.100 punti. Il Ftse Mib future (scadenza marzo 2022) è infatti salito fino a quota 27.775 prima di accusare una veloce correzione intraday. (Milano Finanza)

Il Ftse Mib future (scadenza marzo 2022) è infatti rimbalzato con una certa decisione e ha raggiunto i 27,600 punti. Pericoloso il ritorno sotto questa zona anche se, da un punto di vista grafico, soltanto il cedimento del sostegno posto a quota 26.700 punti potrebbe provocare un’inversione ribassista di tendenza. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr