Tregua fiscale: dalle cartelle al pagamento a rate, come funziona e cosa viene cancellato

Tregua fiscale: dalle cartelle al pagamento a rate, come funziona e cosa viene cancellato
Money.it ESTERI

«Non è un condono», dice la presidente del Consiglio Giorgia Meloni durante la conferenza stampa del 22 novembre di presentazione della legge di Bilancio 2023 parlando della tregua fiscale. La maggior parte delle risorse (35 miliardi di euro) sarà impiegata per l'emergenza bollette, e un'altra parte sostanziosa andrà al taglio del cuneo fiscale, con l'aumento di un punto percentuale rispetto ai due attuali (per un totale, quindi, del 3%) per i lavoratori con redditi sotto i 20mila euro. (Money.it)

Ne parlano anche altre fonti

Una rottamazione delle cartelle vecchia maniera . È una delle novità presentate a Palazzo Chigi in conferenza stampa dal viceministro all’Economia con delega alle Finanze, Maurizio Leo , che ha ricordato come sulle cartelle consegnate fino al 30 giugno 2022 superiori ai mille euro sarà dovuta soltanto l’imposta, da versare rateizzata anche in cinque anni e senza alcuna maggiorazione, come quella ipotizzata inizialmente del 5%, a titolo di sanzioni e interessi. (Il Sole 24 ORE)

Oltre alla rottamazione delle cartelle, la nuova Legge di bilancio prevede anche la definizione agevolata degli avvisi bonari da controllo automatico, ex art.36-bis del DPR 600/1973. (InvestireOggi.it)

Cartelle esattoriali con pace fiscale, novità Legge di Bilancio 2023

Novità in arrivo sul fronte cartelle esattoriali con la legge di Bilancio 2023. Nessun condono ma una “pace fiscale” che cancella le cartelle esattoriali fino a 1.000 euro antecedenti al 2015, rateizza quelle di soglia superiore e introduce una multa unica al 3 o al 5%. (Ti Consiglio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr