Varianti e primo decreto Draghi: le regioni ora temono il virus mutato

Varianti e primo decreto Draghi: le regioni ora temono il virus mutato
TrentoToday INTERNO

In pratica, sì alle zone rosse ma a livello comunale o provinciale, in correlazione con il manifestarsi di focolai.

Dal calcolo differenziale, secondo il fisico, emerge che «le varianti sono comparse su una frazione molto piccola di positivi già nei primi giorni di dicembre del 2020»

Tra le ipotesi la proroga delle chiusure dei confini regionali fino a fine marzo.

Manca sempre meno alla scadenza dell'ultimo Dpcm (Decreto del presidente del Consiglio dei ministri) di Giuseppe Conte (TrentoToday)

Se ne è parlato anche su altri media

Per le limitazioni della circolazione tra regioni, c’è l’ipotesi di una proroga al 5 marzo di misure che dovrebbero fronteggiare l’aumento dei nuovi positivi. Il Consiglio dei ministri è convocato per le ore 9,30. (LaGuida.it)

E, chissà, il premier potrebbe sostituire lo strumento normativo: niente più dpcm a raffica, ma un decreto cornice sulle regole generali, aperto alle ordinanze specifiche di ministri e governatori Basta con la confusione, con i consulenti del ministro della Salute che invocano lockdown, con i cambi di rotta all'ultimo momento, come per lo sci. (ilGiornale.it)

Roma, 22 feb. (LaPresse)

Domani lunedì 22 febbraio il primo decreto Draghi? - La Guida

Milano, 23 feb. Secondo quanto riporta la stampa locale, gli “emendamenti forniranno ulteriore chiarezza alle piattaforme digitali e alle aziende di informazione sul modo in cui si intende operare e rafforzeranno il quadro legislativo per garantire che le imprese di informazione siano equamente remunerate”, hanno affermato il ministro dell’Economia Josh Frydenberg e il ministro delle comunicazioni Paul Fletcher in una dichiarazione congiunta martedì. (LaPresse)

Dal calcolo differenziale, secondo il fisico, emerge che "le varianti sono comparse su una frazione molto piccola di positivi già nei primi giorni di dicembre del 2020" Aggiornamento 23:00 - Proroga di 30 giorni del divieto di spostamento fra Regioni. (Today.it)

L'area gialla rinforzata adottata dal governo Conte dovrebbe restare anche nel primo Dl Covid del nuovo esecutivo. Regioni, confini chiusi fino al 31 marzo. L'area gialla rinforzata adottata dal governo Conte pertanto dovrebbe restare anche nel primo decreto Covid del governo Draghi. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr